Cosa fare 3 giorni a Gabicce Mare

Published by:

Gabicce_Mare._Costa_Adriatica_di_Romagna

Gabicce_Mare._Costa_Adriatica_di_RomagnaIl periodo ideale per visitare la località marchigiana, suggerisce l’hotel Alba di Gabicce Mare, è da giugno a settembre, in quanto rappresenta una meta estiva molto gettonata, merito del meraviglioso mare, mentre nei mesi primaverili e autunnali diventa una meta particolarmente piacevole per i cicloturisti che hanno la possibilità di godere delle strade panoramiche e delle viste mozzafiato, inoltre a primavera le ginestre fanno da sfondo. Gabicce Mare è considerato dai turisti, ma non solo, un vero e proprio gioiello naturalistico e per chi ama le escursioni, il Monte San Bartolo è ricco di deliziosi sentieri panoramici che presentano una vista strabiliante su tutta la Riviera Romagnola.

Da non perdere:

Se avete a disposizione 3 giorni per visitare Gabicce Mare, non dovete perdervi sicuramente il giro in trenino, percorrendo la linea azzurra che collega Gabicce Mare a Gabicce Monte, lungo la strada panoramica. Potete anche scegliere la linea rossa che collega Gabicce Mare a Gradara, il meraviglioso borgo medioevale che ospita il Castello di Paolo e Francesca. Oppure si può optare per una gita con il Traghetto Caronte folcroristico che viene utilizzato per attraversare il canale che collega Gabicce con Cattolica, ideale anche per i bambini che si divertono, dalle sembianze di un giardino pieno di fiori finti e orpelli coloratissimi.

Durante il periodo estivo potete nuotare alla Baia di Vallugola, stupenda insenatura naturale che incanta Gabicce e Castel Mezzo con la sua spiaggia formata di ciottoli e acque cristalline. Regala certamente emozioni anche la Strada Panoramica Gabicce Mare, che può essere raggiunta anche con il servizio navetta trenino. Per il riposo ci sono delle panchine all’ombra, per godere del relax e della frescura scattando delle bellissime fotografie:  mare,fiori,prati,colline,come in una cartolina.

Un’idea potrebbe anche essere quella di ricercare emozioni nella città scomparsa di Valburna, la città leggenda che pare essere stata sommersa al largo tra Gabicce e Baia Vallugola.

Se siete alla ricerca di relax e benessere, potete scoprire tutti i confort della Zen Beach, ideale anche per la vacanza con i bambini, ricca di servizi e pranzo direttamente in spiaggia.

Mentre di notte, i giovani non possono certamente non fare tappa alla Baia Imperiale, una delle discoteche più famose della riviera romagnola.

Merita una visita anche la Chiesa di Maria SS. Immacolata, situata in centro, che offre un momento di raccoglimento a tutti i fedeli che arrivano a Gabicce. La chiesa è sempre aperta, anche alla sera e la Santa Messa viene celebrata alle ore 21:00.

E per togliersi qualche sfizio, si può provare KM Zero, il negozio che offre prodotti tipici della zona di ottima qualità, ideale anche per acquistare dei piccoli regali originali e preziosi da portare agli amici e ai parenti: vini, liquori, salumi, marmellate, tutti rigorosamente tipici della tradizione emiliana. In più il negozio offre anche una vasta scelta di birre, tutte pregiate e particolarmente buone, ma anche formaggi, dolcetti tipici, pasta della zona. Impossibile tornare a casa senza prima essere entrati, anche per sfizio o per curiosità al KM Zero!

Come trasformare la pagina Facebook in un sito web con Swimme

Published by:

facebook-per-le-aziende-1

facebook-per-le-aziende-1Avere un sito web “responsive” è fondamentale. Non possiamo fare a meno di notare che nell’ultimo periodo si sono notevolmente diffuse le vendite di dispositivi mobili ed il successo ottenuto da tablet e smartphone ha certamente influenzato le abitudini degli utenti che in ogni momento del giorno e della notte, si collegano alla rete superando di gran lunga gli accessi del PC di casa. Cambiamenti questi che vedono le aziende “costrette” a promuovere i propri servizi e prodotti online attraverso un sito web responsive, ottimizzato per i dispositivi mobili.

Chi desidera trasformare la pagina Facebook in un sito web responsive, può affidarsi ad applicazioni online in grado di gestire e tenere aggiornata la pagina, come ad esempio l’innovativo Swimme. Un modo davvero ottimale per mostrare ai propri clienti tutto ciò che si è e che si fa, quindi la propria azienda ed ogni suo aspetto, o i servizi di un libero professionista.

Ci sono ancora molti titolari di piccole e medie imprese ad essere convinti che creare un sito web sia qualcosa di troppo complicato, per questo preferiscono aprire una pagina Facebook. Oggi invece l’innovazione ha portato a scegliere servizi web che in pochi istanti sono in grado di creare il sito web importando in maniera automatica le informazioni da una pagina Facebook. Un esempio è quello del sito dello studio dentistico Gaudenzi di Forlì.

 

Ovviamente, chi è esperto, può anche personalizzare il proprio sito web e scegliere tra photogallery per i fotografi, e-commerce per permettere di acquistare online, booking per chi è titolare di un piccolo b&b o un altro tipo di struttura ricettiva. Basta scegliere dunque, trascinare nell’area della pagina dove posizionarli ed inserire le informazioni. Queste applicazioni sono facili ed intuitive, e ciò che permettono è creare un vero e proprio sito web a tutti gli effetti, ottimizzato per i motori di ricerca.

Il servizio, oltre a  trasformare la pagina Facebook in un sito web, permette anche di aggiungere titolo, logo, colori, nome al dominio del sito di default.

Quello su cui è bene ragionare è che avere una pagina attiva su Facebook e sempre aggiornata, non significa rinunciare al sito internet professionale. Pertanto, tutti coloro che desiderano portare la propria azienda online, senza limitarsi ai fans di Facebook, possono  trasformare la pagina Facebook in un sito web.

Il servizio permette quindi di ottenere grandi vantaggi ed anche ogni volta che si aggiungerà un nuovo contenuto su Facebook, il sito si aggiornerà in maniera automatica.

 

E’ consigliato trasformare la pagina Facebook in un sito web a:

 

piccoli Imprenditori e Liberi Professionisti che hanno la propria attività sul territorio (negozio, ristorante, bar, parrucchiere, officina meccanica,ecc…)

professionisti che vogliono fare e coltivare il proprio lavoro e la propria passione (fotografi, fisioterapisti, interior designer, …)

persone che non vogliono diventare un Internet Marketer e imparare un nuovo mestiere

persone o aziende piccole e medie, che comunque vogliono sfruttare il Web per far crescere il proprio Business e trovare più clienti

Di fatto, c’è chi parla di una vera e propria rivoluzione perchè trasformare la pagina Facebook in un sito web lega a doppio filo sito e Pagina facendoli collaborare e ciò porta ad ottenere ottimi risultati, sia in termini di visibilità che di guadagni!

Youfarma, quando la tradizione farmaceutica sbarca online con successo

Published by:

Farmacia on line

Youfarma è la farmacia online che a prezzi davvero piccoli e convenienti, permette a tutte le persone ed alle famiglie di fare rifornimento di prodotti generici e specifici, delle migliori marche, indispensabili per la salute, la bellezza ed il benessere.
Collegandosi al sito si può accedere alle promozioni del momento ed acquistare a prezzi super vantaggiosi i prodotti di alta qualità dei brand autorevoli del settore.
Con oltre 200 anni di esperienza farmaceutica, la famiglia Zarri di Bologna, ha voluto rendere accessibile anche online l’acquisto di tantissimi prodotti farmaceutici di cui non sempre tutte le farmacie fisiche sono fornite: prodotti per l’incontinenza come pannoloni per adulti, cosmesi e bellezza.  Continue reading

Come ottenere la certificazione per le grate di sicurezza

Published by:

L’acquisto delle grate di sicurezza deve essere un acquisto sicuro e certificato. La certificazione delle grate viene rilasciata da un ente certificatore, classificato secondo i criteri decisi dalla comunità europea. Per quanto riguarda la sicurezza, vengono eseguite le prove antieffrazione, ovvero diversi test, inclusa la simulazione di scasso eseguita da un addetto dell’ente certificatore.

Come capire che le grate di sicurezza sono certificate

Prima di tutto occorre valutare con meticolosità i preventivi che vengono proposti quando si decide di acquistare le grate di sicurezza. Sono molti i casi in cui si fa credere al cliente che i prodotti sono certificati quando in realtà non sono restati, e ciò succede soprattutto con i manufatti artigianali. Le grate di sicurezza devono sempre risultare testate da un terzo ente indipendente, quindi occorre sempre richiedere la prova tangibile dell’avvenuta certificazione.

Significato Classi Antieffrazione

A questo punto è d’obbligo una premessa: non esiste al mondo un sistema impossibile da aggirare.

Stabilito questo possiamo subito aggiungere che  “resistenza all’effrazione” non significa immunità del prodotto ma un livello di resistenza provato con metodologie universali.

Il grado di effrazione assegnato alle grate di sicurezza, viene ottenuto dopo che il prodotto è riuscito a superare i test che vedono un tempo limitato di attacco e attrezzatura limitata. Si effettua una simulazione dell’azione del ladro in fine di certificare le grate di sicurezza in base alle risposte ai test.

Le classi Antieffrazione sono 6 e ad ognuna corrisponde una simulazione che prevede l’utilizzo di determinati strumenti utili per cercare di forzare le grate entro un certo limite di tempo. Il test è positivo quando, al termine del tentativo di effrazione, anche se le grate risultano deformate,  non sia stato possibile creare un passaggio di un tampone ovale, che corrisponde alla dimensione di una testa di una persona.

Le prove per ottenere la certificazione, si basano anche sui punti critici quali serrature, cardini e perni, nonchè sulla base di prove dinamiche che consistono nel colpire le inferriate con carichi crescenti. Si effettuano che prove di resistenza all’azione manuale di effrazione. In particolare sono previsti tentativi di scassinare usando attrezzi manuali come il piede di porco, ma anche elettrici cercando di tagliare le sbarre con una mola a disco e con una sega manuale. Attualmente sono molte le grate di sicurezza che riescono ad ottenere la classe 5 che coincide con la resistenza di 15 minuti al taglio con attrezzi di forte potenza.

Le migliori grate sono quelle che ottengono anche la certificazione delle polizze assicurative.

Quanto costano le grate di sicurezza?

Quando pensiamo alle grate di sicurezza dobbiamo pensare ad un investimento che porta ad ottenere moltissimi vantaggi. Le grate di sicurezza sono tutt’oggi conosciute come uno dei sistemi di sicurezza passiva, in quanto rappresentano un ostacolo davvero difficile da superare per i ladri. Per questo motivo, anche se l’installazione può comportare un costo rilevante, è sempre bene decidere per l’acquisto, perchè la sicurezza viene prima di tutto.

Tende a rullo, caratteristiche e vantaggi

Published by:

Le tende a rullo sono soluzioni ideali per chi ha la necessità di proteggere gli ambienti di una casa o di un ufficio rispetto al calore dovuto ai raggi del sole in estate: ma non è questa la sola ragione per cui si può decidere di ricorrere a questo tipo di prodotto, che ha anche il merito di garantire il massimo della riservatezza e della privacy, evitando che gli spazi privati di un edificio finiscano nel mirino di sguardi indiscreti.

La flessibilità di utilizzo è una delle tante caratteristiche interessanti delle tende a rullo, che possono essere montate in modo egualmente soddisfacente sia negli ambienti esterni che in quelli interni: in genere si caratterizzano per uno stile sobrio, che le rende adatte a qualsiasi tipo di arredamento, dal più essenziale al più bizzarro. E se si ha paura che risultino fin troppo anonime, è sufficiente scegliere dei modelli più colorati per vivacizzare i contesti.

Quali sono i vantaggi offerti dalle tende a rullo?

Come dimostra il catalogo di resstende, sono diverse le tipologie di tende a rullo per cui si può optare: ognuna di esse garantisce comfort e praticità. Se fino a poco tempo fa esse venivano adottate in maniera quasi esclusiva negli ambienti di lavoro, negli uffici o negli studi professionali, ormai sono presenti sempre più di frequente anche nelle abitazioni private, mettendo in mostra una notevole eleganza e soprattutto dimostrando di essere in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di esigenza. Insomma, si tratta di accessori che non sono appannaggio solo delle location più formali, ma che possono rendere più funzionale e più moderno qualsiasi tipo di appartamento.

Come sono fatte

Sono tre le parti principali che compongono le rende a rullo: il cassonetto, il tessuto e – ovviamente – il rullo. Per quel che riguarda il cassonetto, si tratta di un elemento che ha lo scopo di proteggere la tenda ed evitare che si rovini nel momento in cui essa viene arrotolata. Permette, in sostanza, di prevenire e rallentare l’usura, ma anche di contrastare la polvere. Oltre a ciò, è bene tenere presente che arrotolandosi su sé stessa la tenda si stira da sola, in modo del tutto naturale. Il tessuto delle tende a rullo è teso verso il basso in virtù dell’azione esercitata da una piccola asta in metallo che è presente nella parte più bassa; privo di orlo ai lati, viene mantenuto teso proprio dal peso dell’asticella, così che non si possano formare delle pieghe che si rivelerebbero ben poco gradevoli sotto il profilo estetico.

Infine, ecco il componente fondamentale, e cioè il rullo, che può essere azionato in modo manuale o funzionare in automatico in base al modello che si possiede: nel primo caso si fa riferimento a una molla, a una catenella o a una molla combinata con una catenella, mentre nel secondo caso all’interno del cassonetto è presente un motore di piccole dimensioni che riceve i comandi che vengono inviati con un telecomando o un interruttore.

Casetta in legno per ordinare il giardino

Published by:

La casetta in legno per ordinare il giardino è utile per riporre le attrezzature ma anche la bicicletta oppure i giochi.

In commercio esistono diversi modelli, che variano siano nelle misure ma anche nei colori. Oltre al big del settore Leroymerlin, su Casette Pronte, nuovo sito dedicato della catena veneta Prontobrico, trovate ben 140 modelli di diverse dimensioni, per tutte le esigenze. Optare per la casetta in legno invece che per il box in lamiera, significa preferire l’estetica, la casetta in legno infatti è simile ad una piccola baita, costituita da listelli assemblati verticalmente e decisamente graziosa.

A seconda della tipologia e del modello, può presentare una o più stanze e visto il grande successo degli ultimi anni, in particolare rivolto alle casette “Made in Italy”, realizzate in pino o abete, le casette in legno da giardino, sono diventate molto competitive. Ecco perchè sempre più persone decidono di utilizzarle come deposito per attrezzi in modo che il suo utilizzo diventi quello di un ambiente supplementare vivibile della casa. La scelta è anche condizionata dal prezzo, che risulta essere decisamente inferiore rispetto ad una casetta in muratura.

La casetta degli attrezzi

La casetta in legno degli attrezzi è considerata alla stregua di un componente d’arredo in grado di dare un tono diverso al giardino e di trasformarlo in un luogo più accogliente. Oltre a contenere tutti gli attrezzi in maniera ordinata, è anche un modo per decorare il giardino e renderlo più accogliente, ma anche per essere in intimità con la natura.

La scelta del legno esalta infatti un accostamento equilibrato con il verde circostante. Anche se gli altri elementi presenti nel nostro giardino sono realizzati con altri materiali, il legno si fonde perfettamente con questo spazio e regala la perfetta armonia al giardino per una sensazione davvero molto gradevole. Il suo utilizzo è perfetto non solo per riporre tutta l’attrezzatura da lavoro ma anche per riporre gli attrezzi per il giardinaggio e tutto ciò che non trova spazio in casa o eventualmente nel box.

Il legno è un materiale molto resistente agli agenti atmosferici, merito anche dei trattamenti a cui è sottoposto che lo rendono di durata illimitata ed impermeabile, ed anche il tetto è costruito secondo questi criteri. L’accesso è molto semplice, si accede per merito di una porta e molto dipende anche dalla grandezza della casetta stessa e dello spazio a disposizione.

Forme e dimensioni

In commercio esistono diverse tipologie di casette in legno per riordinare gli attrezzi, a partire dai modelli piccoli che si adattano a tutte le diverse tipologie di giardini ma soprattutto a quelli di dimensioni ridotti, fino ai modelli rassomiglianti a delle vere e proprie spaziose baite, ricche di comfort. La maggior parte di queste casette in legno per attrezzi sono preposte per appendere gli attrezzi da lavoro e presentano delle comode mensole per tenere tutto perfettamente in ordine.

Un idraulico di fiducia nella capitale

Published by:

Goccia dopo goccia, avete bisogno di un idraulico

E’ una famosa tortura cinese quella che si riferisce ad una semplice goccia d’acqua che instancabilmente e in modo costante, continua a cadere da un rubinetto. Sicuramente causa di una guarnizione oramai difettosa per sostituire la quale, c’è bisogno dell’intervento di un idraulico.

Questo è un minuscolo esempio di quanto preziosa sia l’opera di un provetto artigiano anche per le piccole cose che deve essere moltiplicato per un tot di volte per interventi più significativi come, ad esempio, la sostituzione di vecchie e rovinate tubazioni che causano l’origine di perdite di acqua oppure la sostituzione dei sanitari del bagno onde valorizzare la propria casa dandole un altro carattere o, ancora, provvedere agli allacci in caso di nuovo insediamento nella casa.
In caso di vere urgenze da codice rosso, siamo certi di trovare (magari durante un giorno festivo o anche di notte) un provetto artigiano idraulico che sia veramente capace e sostanzialmente onesto tanto da non sperequare sull’urgenza del suo intervento?
Non è affatto detto perché, ahinoi, c’è la brutta abitudine di considerare ‘di fiducia’ avvocati, medici e commercialisti ma non certo idraulici e artigiani in genere.

Una preziosa indicazione dal web

Per trovare la soluzione ai nostri problemi e, soprattutto, rivolgersi ad un provetto idraulico a Roma è sufficiente visitare il sito idraulicoroma.com per metterci in contatto con un idraulico sempre disponibile al quale potersi rivolgere per richiedere un suo intervento immediato. E’ questo quanto propone la piattaforma dove si trova anche idraulicoroma.com che riassume a se professionisti di provata fiducia e totale abilità che hanno voglia di mettersi al servizio di una nuova fascia di clientela.

La disponibilità assicurata da parte di questo centro servizi al quale fa capo il sito idraulicoroma.com è pressoché totale in quanto è sempre attivo durante l’arco delle 24 ore e in tutti i giorni dell’anno. Una garanzia non da poco quella di sapere che si può far di conto su di un professionista in ogni momento del giorno e della notte per risolvere un problema urgente che non può aspettare.

Capacità, professionalità e prezzi chiari subito

Contattando il sito idraulicoroma.com per chiedere l’intervento di un idraulico avrete sin da subito il preventivo della spesa che dovrete affrontare. La trasparenza è un concept fondamentale che ha permesso a questo centro servizi di operare coscienziosamente per decenni proprio per via di una serietà commerciale che si abbina ad una indubbia professionalità. Saprete sin dall’inizio quello che sarà il costo stabilito in base a quanto specificherete a proposito del lavoro da eseguire e non avrete alcuna sorpresa alla fine dell’intervento dell’idraulico che rispetterà quanto preventivamente concordato ed accettato.
L’esperienza acquisita nel corso degli anni da parte di provetti artigiani garantirà un lavoro fatto a regola d’arte che terrà conto di ogni minimo particolare, utilizzando esclusivamente materiali di alta qualità che assicurano una ottima resa. Affidarsi a chi opera in questo settore con serietà e competenza è la scelta giusta da intraprendere.

Come creare una startup innovativa, Online e in poche ore

Published by:

start up

start upFinalmente qualcosa si muove in Italia nell’ ambito della digitalizzazione degli atti amministrativi e nella deburocratizzazione. infatti da qualche mese è possibile creare una startup innovativa senza il Notaio. Si fa tutto via Internet attraverso il portale del Registro delle Imprese. In pochi semplici click è possibile dar vita ad una società ed iniziare subito ad operare essendo in perfetta regola con la legge. Sono le conseguenze dell’ Investment Compact, legge num.33 del 2015, che regola il settore societario.

In Italia sono registrate 6000 imprese cosiddette “innovative”, ben 1500 state create nell’ultimo anno, segno che questa volta i legislatori hanno colto nel segno. Ovviamente non tutte le aziende possono definirsi tali, ma solo quelle che hanno come oggetto del loro business lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. Ci sono poi altri requisiti che prevedono ad esempio i tempi di fondazione dell’ azienda, non devono essere piú di 5 anni. Vanno bene anche semplici srl, società a responsabilità limitata.

Come creare una startup senza Notaio

innanzitutto dobbiamo precedentemente essere in possesso di una mail certificata, una PEC, che possiamo fare attraverso Internet al costo di pochi euro l’anno. Anche la FIRMA DIGITALE è necessaria. Dopodichè ci colleghiamo al sito del Registro delle Imprese, cerchiamo la parte relativa alle startup e clicchiamo su “crea startup innovativa” in alto.

Senza assistenza qualificata ci vogliono 10 giorni per la piena operatività, se ci si reca alla Camera di Commercio basta una giornata. Il registro delle imprese ha previsto infatti due modi per creare l’azienda, la differenza è legata all’ “assistenza”. Se avete qualcuno con conoscenze amministrative e societarie la procedura è piú semplice.

La cosa che sicuramente fa piú piacere è l’assenza del notaio. Risparmiare migliaia di euro all’ inizio di un’attività commerciale, quando i fondi a disposizione devono essere tutti concentrati per la partenza dell’ impresa, è fondamentale. Un professionista del genere ne avrebbe chiesti tanti, ora bisogna soltanto versare 200 euro come Costi di registrazione all’Agenzia delle Entrate.

Non c’è bisogno della presenza fisica dei fondatori

spesso le startup sono costituite da soci che vivono in città differenti, qualcuno magari si trova anche all’ estero. La nuova procedura consente di fare le cose online, non c’è bisogno di recarsi fisicamente in un luogo per apporre la propria firma. Tutto è liquido e digitale. Attenzione però perchè la firma digitale non può essere messa dal commercialista al posto del socio, non è la nuova procedura che non lo prevede, ma la legge. La firma digitale dei singoli fondatori è unica, quindi ognuno firma l’atto costituente e lo statuto singolarmente.

L’aiuto di un professionista

tutto sembra molto bello e semplice, ma non siamo ancora alla semplificazione totale che in molti si aspettano. Non è tutto facile come accade nella SILICON VALLEY in cui si passa realmente nell’arco di 24 ore da un garage ad una vera e propria società che fa utili, capitali iniziali permettendo. In ITALIA la compilazione dello Statuto Societario è di fondamentale importanza. Con questo atto si creano le basi del futuro successo. Chi ha una “long vision” sa bene che il capitale sociale andrà aumentato, che potrebbero entrare nuovi soci, che le quote potrebbero essere vendute. Tutto ciò per essere competitivi e allargare il proprio business.

L’appoggio iniziale di professionisti esperti nella materia societaria è quindi importante. E’ bene affidarsi ad esperti che sanno come muovere i giusti passi nei processi decisionali e organizzativi. Non tutte le imprese sono uguali e lo statuto sociale non può essere copiato da Internet, ma bisogna personalizzarlo in base a quelli che sono gli obiettivi finali che si sono prefissati i fondatori.

Alla scoperta delle stampanti Epson: la Workforce Pro WF-R5190 DTW

Published by:

Workforce Pro WF-R5190 DTW

Workforce Pro WF-R5190 DTWTra le tante stampanti Epson che possono migliorare la produttività in ufficio, la Workforce Pro WF-R5190 DTW si fa apprezzare per le sue dimensioni ridotte e per il suo design curato: si tratta di una stampante inkjet che la casa madre ha definito addirittura rivoluzionaria e che, in effetti, ha il pregio di ridurre i costi di stampa in modo significativo. Non solo: gli utenti non devono perdere troppo tempo per la sua manutenzione, che richiede poco impegno. Ecco perché si tratta di un prodotto ideale per tutti i contesti di lavoro. A valorizzare questa stampante contribuisce, tra l’altro, l’Epson Rips, il sistema – acronimo di Replaceable Ink Pack System – che è stato concepito per aumentare l’efficienza delle stampe.

Tutto quel che bisogna fare è comprare le cartucce necessarie, magari su cartucce.com, per poi avviare la stampa: fino a 50mila pagine a colori senza interruzioni e fino a 75mila pagine in bianco e nero senza che vi sia la necessità di provvedere alla sostituzione dei consumabili. Tutto ciò è possibile per merito delle sacche di inchiostro ad elevata capacità che impreziosiscono la Workforce Pro WF-R5190 DTW, che per di più si avvale della tecnologia Precision Core, indispensabile per aumentare la velocità di stampa: una prerogativa di cui non si può fare a meno nei contesti di lavoro, sia che si tratti di industrie, sia che si tratti di uffici.

La qualità delle stampanti Epson

La Workforce Pro WF-R5190 DTW esalta la qualità delle stampanti Epson anche in virtù del ricorso agli inchiostri DuraBrite Ultra, che fanno in modo che le stampe si asciughino in maniera veloce. Qualsiasi ufficio può vedere migliorata la propria produttività grazie a questo prodotto per merito delle emulazioni di stampa PDL, ma a tal proposito non va dimenticata la connettività Gigabit Ethernet. E non è tutto, perché volendo si ha anche la possibilità di stampare dai dispositivi wireless, usufruendo della funzionalità WiFi Direct, senza che si sia costretti a connettersi a un router.

Il segreto dell’efficienza energetica

Uno dei punti di forza della Workforce Pro WF-R5190 DTW è costituito dall’efficienza energetica: i suoi consumi di energia, in effetti, sono inferiori dell’80% rispetto a quelli delle stampanti laser a colori degli altri marchi. Ciò è possibile perché la tecnologia adottata non presuppone alcun genere di pre-riscaldamento. Per gli uffici, inoltre, la stampante è perfetta anche perché non c’è bisogno della ventola di raffreddamento, il che vuol dire che la rumorosità è ridotta ai minimi termini. Insomma, sia quando è in funzione che quando in stand-by si tratta di un prodotto silenzioso, a tutto vantaggio di chi ha bisogno di concentrarsi per lavorare.

Il confronto con le stampanti laser tradizionali, poi, permette di scoprire che non ci sono emissioni di ozono e che il numero di componenti che devono essere sostituite è molto più basso. Certo, la vera peculiarità della Workforce Pro WF-R5190 DTW è il risparmio di tempo che garantisce: per i documenti in bianco e nero vengono stampate fino a 34 pagine al minuto, mentre per i documenti a colori si arriva fino a 30 pagine al minuto. Niente male, davvero.

Aggiornamenti e corsi di abilitazione alla professione di elettricista

Published by:

Il percorso per diventare elettricista prevede una formazione ad hoc: gli elettricisti abilitati, infatti, sono dotati di un diploma professionale con indirizzo elettrotecnico che hanno conseguito in una scuola professionale. La loro preparazione deve essere ampia e dettagliata al tempo stesso, sia per quel che riguarda le conoscenze teoriche, sia per quel che riguarda le abilità pratiche, che riguardano anche la capacità di individuare e di adoperare gli strumenti e i macchinari più adatti alle esigenze che devono essere soddisfatte.

La formazione di un elettricista abilitato alla professione inizia con un diploma: il percorso di studi seguito all’interno di una scuola professionale include un corso di base, in cui ai tre anni di preparazione teorica con materie di indirizzo segue una specializzazione di due anni. Tra le materie di studio affrontate a scuola, ci sono il disegno tecnico, i circuiti, Autocad e gli impianti di illuminazione. Non sono pochi, per altro, gli istituti che offrono ai propri allievi l’opportunità di cominciare, già mentre stanno frequentando il quinto anno di superiori, un apprendistato o un tirocinio in un’azienda. Nel caso in cui tale possibilità non venga prevista, tocca ai neo-diplomati darsi da fare per intraprendere il tirocinio subito dopo la fine della scuola: non c’è bisogno di fare riferimento a un’azienda, dal momento che ci si può affidare anche al laboratorio di un artigiano privato.

Come cercare e trovare lavoro

Per iniziare a cercare un lavoro da elettricisti, il diploma professionale è più che sufficiente: non ci sono altri vincoli da rispettare, anche se è chiaro che tanto più un curriculum è ricco quanto più numerose sono le possibilità di usufruire di un’opportunità professionale di alto livello. La ricerca del lavoro può passare anche per il tramite di un’agenzia per il lavoro, ma nulla vieta agli elettricisti di aprire la partita Iva e di mettersi in proprio: con l’iscrizione alla Camera di Commercio, si può lavorare da freelance senza essere alle dipendenze di un datore di lavoro, con tutti i pro e i contro che una scelta del genere comporta.

Tra le tante opportunità di impiego che possono sfruttare i neo-diplomati che vivono a Roma, l’azienda ACDR costituisce un punto di riferimento molto importante: è qui che lavorano i migliori elettricisti della provincia di Roma ed è qui, dunque, che si può chiedere di essere assunti per un tirocinio iniziale.

Qualunque sia il percorso professionale che si decide di seguire, è bene non dimenticare la necessità di aggiornarsi in continuazione: un’esigenza che vale sia per i professionisti ben affermati che per i ragazzi che si avvicinano per la prima volta al mondo del lavoro. L’aggiornamento è indispensabile per essere al passo con i tempi, anche per ciò che concerne le novità tecnologiche più recenti, e garantire alla propria clientela il miglior servizio possibile. I corsi di aggiornamento possono essere forniti da istituti di formazione o organizzati direttamente a livello regionale: in qualunque circostanza, è meglio non lasciarseli scappare.