Interessi conto deposito: come cogliere il momento giusto

Published by:

Cogliere il momento giusto per aprire un conto deposito vuol dire individuare i tassi di interesse più convenienti. Essi, come noto, vengono determinati in funzione di numerose variabili, non ultime le politiche economiche stabilite dalle banche centrali. In generale, si può sostenere che l’apertura di un conto deposito sia una scelta ottimale per chi desidera una forma di risparmio non pericolosa: un investimento redditizio che, pur non promettendo cifre astronomiche, dà la certezza di poter ottenere un guadagno concreto. Certo, se si opta per un conto vincolato si è costretti a evitare prelievi fino a quando il vincolo non scade, il che potrebbe rappresentare una controindicazione molto importante in caso di emergenza o di spese impreviste.

Quali sono i tassi di interesse migliori?

Grazie a internet è semplice e veloce effettuare un confronto tra le proposte dei diversi istituti di credito e conoscere gli interessi di conto esagon e quelli delle altre banche. Attualmente, i tassi a disposizione nel nostro Paese vanno da un minimo di 0,75% a un massimo del 3.15%: nel primo caso, con un vincolo di 1 anno per 10mila euro ci si ritrova con 75 euro in più dopo 12 mesi, mentre nel secondo caso, ipotizzando sempre lo stesso vincolo e lo stesso importo, il guadagno è di 315 euro. In genere i conti deposito sono soluzioni a zero spese, eccezion fatta per l’imposta di bollo che è obbligatoria per legge, ma ci sono alcune banche che annullano anche questa spesa (nel senso che sono gli stessi istituti di credito a farsene carico, sollevando i propri clienti dall’onere).

Dopo la crisi

Vale la pena di notare che fino a qualche anno fa i tassi di interesse applicati su ogni conto deposito erano molto più alti: tuttavia le conseguenze della crisi economica internazionale si sono fatte sentire anche in questo ambito, e il risultato è stato un abbassamento dei tassi, con minori guadagni. Non bisogna preoccuparsi, comunque, se si è già aperto un conto deposito: i tassi, infatti, non possono essere cambiati in corso d’opera. Se al momento non si riesce ad andare al di là del 3.15% di interessi, fino a pochi anni fa si poteva raggiungere o addirittura superare il 5%: ed è probabile che, con la ripresa, si tornerà ai numeri di prima.

Investire in un conto deposito è, in qualsiasi caso, una mossa più intelligente rispetto a quella che consiste nel lasciare semplicemente nel lasciare il proprio denaro fermo in un conto corrente: non solo perché quest’ultimo ha delle spese, ma anche per evitare le conseguenze dell’inflazione e conservare il potere di acquisto lasciandolo intatto. Chi non si fida di scadenze troppo lunghe e vincoli che vanno troppo in là nel tempo, per altro, ha a disposizione anche l’opportunità di vincolare i propri soldi per pochi mesi, così da riuscire a rendere i propri risparmi produttivi senza fatica. Altro che titoli di Stato o assicurazioni sulla vita: non c’è niente di più solido di un conto deposito da gestire in totale autonomia.

Far stampare i propri espositori di cartone da terra e da banco online

Published by:

MG7801-5600

Personalizzazione e flessibilità: ecco le chiavi di volta del mercato online

Far stampare i propri espositori di cartone da terra e da banco online conviene nel prezzo, nella qualità di stampa, e conviene soprattutto nelle idee e nella creatività.

Modelli personalizzati – è proprio la personalizzazione la chiave di volta in questo campo –  e su misura, grafiche accattivanti, consegne rapide, questi sono alcuni degli elementi che convincono anche per quanto riguarda la scelta degli espositori di cartone da terra e da banco online. Il mercato online è ormai avanzatissimo ed aperto a tutte le innovazioni.
Da anni i clienti possono scegliere diverse tipologie di espositori pubblicitari sempre nuovi per creare una vera e propria comunicazione di altissimo impatto: modelli bifacciali o monofacciali, orientamento verticale o orizzontale (vi consigliamo Omega Digitale, tipografia online che offre un ampio assortimento), struttura, per un allestimento su misura secondo esigenze ed aspettative per pubblicizzare il prodotto ed attirare l’attenzione dei passanti. Le strutture servono anche per cambiare allestimento ogni volta che lo si desidera, in previsione di saldi, sconti, promozioni, per creare la giusta cornice d’impatto con il punto vendita.

Il meglio del mercato online

I migliori prodotti del mercato online riguardano tantissimi modelli: espositori da esterno, avvolgibili roll up, totem, expobanner, espositori a bandiera, espositori fieristici, espositori da banco, desk promozionali, e tanti altri modelli, tutti personalizzabili con grafica e misure. Online vengono proposte ampie serie di soluzioni espositive, prodotti durevoli e facili da montare e rimontare, sia per interni che per esterni, inoltre viene anche offerta la possibilità di aggiungere finiture di pregio.

Gli espositori di cartone da terra e da banco rappresentano un mezzo fondamentale per la promozione dei prodotti in molteplici occasioni, non solo nei negozi e centri commerciali, ma anche in fiera, nei congressi, ecc. Disponibili nel formato A3 ed A4, possono essere personalizzati con tantissimi dettagli grafici. Inoltre, sempre online, si può richiedere la consulenza e progettazione grafica. Gli espositori sono oggi considerati il mezzo pubblicitario più efficace, ma anche il più apprezzato da tutti i clienti o potenziali clienti.

Come far fronte all’infedeltà coniugale

Published by:

Quando si parla di infedeltà coniugale quasi sempre si pensa a un tradimento di tipo fisico, che consiste nell’avere approcci sessuali con altre persone al di fuori del proprio partner. In realtà, il coniuge può essere tradito anche in altri modi: e magari chi si rende protagonista di questo tipo di infedeltà non se ne rende nemmeno conto. C’è chi, per esempio, imposta nella propria vita una scala gerarchica secondo la quale i figli vengono al primo posto e, solo dopo, c’è il coniuge.

Ovviamente non è certo un male dedicare la massima attenzione ai bambini, ma nel caso in cui si ecceda con questo atteggiamento il rischio che si corre è quello di non essere presenti a sufficienza per il coniuge. Concentrarsi sui propri doveri di genitore è – senza dubbio – importante, ma non bisogna commettere lo sbaglio di pensare che ciò consolidi sempre e comunque il matrimonio: anzi, a volte si può verificare proprio il caso opposto, con la relazione che non solo non viene migliorata, ma addirittura finisce per deteriorarsi. Il risultato è che il partner appare come una sorta di estraneo, qualcuno con cui non si condivide più niente. Magari ci si ama ancora, ma non c’è più passione e non si è più innamorati: la sintonia fisica viene meno, poiché il rapporto coniugale è stato messo da parte e non ci si è neppure accorti di averlo fatto.

Tanti tipi di infedeltà coniugale

L’infedeltà coniugale, inoltre, può essere di tipo emotivo: una situazione del genere si concretizza nel momento in cui una persona ripone la propria fiducia in qualcuno diverso dal partner. In linea di massima il coniuge è il confidente a cui fare riferimento in ogni circostanza, il muro a cui sostenersi nel momento in cui si è alla ricerca di un appoggio. Se, però, ci si apre con qualcun altro, il pericolo che si corre è quello di avviare un’altra relazione. Ovviamente, se il coniuge offre la propria intimità e la propria amicizia a qualcun altro ci si sente traditi: è ovvio che il partner e gli amici hanno ruoli differenti, ma è altrettanto ovvio che in linea di massima dovrebbe essere il partner la prima persona a cui ci si rivolge quando si ha bisogno di aiuto.

Anche essere sempre incollati a uno smartphone costituisce una sorta di tradimento, che per altro sconfina nella maleducazione: che si tratti di stare su Whatsapp per parlare di calcio con gli amici o di non riuscire a staccare dagli impegni di lavoro, ciò che conta è che passando una quantità di tempo eccessiva al telefono si trascura il proprio partner. E ciò è molto più pericoloso perché si verifica nel tempo libero. Chiunque ha la necessità di staccare, sia chiaro: usare lo smartphone permette di rilassarsi, ma è bene evitare che il telefono non vada a sostituire un’interazione reale con il partner. Occorre capire, insomma, se si passa più tempo parlando con il coniuge o sui social network.

I tradimenti finanziari

Come dimenticare, poi, i tradimenti finanziari? Essi avvengono tutte le volte che uno dei due coniugi nasconde all’altro delle informazioni molto importanti relative alla situazione finanziaria della famiglia, o magari ad alcune spese che sono state sostenute. Ciò fa in modo che si rompa un legame di fiducia teoricamente solido. Il partner a cui non è stato detto niente si sente tradito non solo perché non è stato reputato degno della fiducia dell’altro, ma anche perché con tutta probabilità è tenuto a pagare le conseguenze finanziarie del comportamento altrui. In un contesto in cui viene a mancare la trasparenza, ci si sente sopraffatti da un legame interrotto.

Con Iotistampo la stampa diventa veramente personalizzata

Published by:

Iotistampo rivoluziona la stampa personalizzata grazie al nuovo editor professional, disponibile ora online per tutti i clienti che desiderano personalizzare i loro prodotti e gadget decidendo, scegliendo e creando la grafica ed il testo, e vedere subito il risultato finale.

Oltre 20 anni esperienza, personale qualificato e specializzato, macchinari all’avanguardia, hanno permesso all’Azienda di diventare il punto di riferimento della stampa personalizzata su tutto il territorio italiano.

Per ogni prodotto scelto, il cliente non deve fare altro che inserire la propria grafica ed il testo e realizzare a prezzi speciali un prodotto unico ed originale.

Oltre alla stampa piccolo formato: biglietti da visita, carte intestate, buste, volantini e flyer, pieghevoli e depliant, cartoline e inviti, cartelline, locandine, riviste, libri, cataloghi, grande formato come manifesti da affissione e XXL, supporti rigidi, striscioni e banner in PVC e ancora, adesivi in PVC, decorazioni interni, come fotoquadri, carta da parati, quadri in canvas, poster carta fotografica.

I clienti possono richiedere un preventivo personalizzato anche per la stampa di espositori quali roll-up riavvolgibili e articoli promozionale come agende, calendari, borse e shopper, matite, penne, tazze e tanto altro.

E’ possibile realizzare le migliori idee per rinfrescare la casa e l’ufficio anche in maniera divertente ed emozionale: stickers adesivi, stampa su tela, carta da parati facile da posizionare.

Provare subito l’editor per personalizzare i propri prodotti è davvero molto semplice, facile, intuitivo ed anche divertente. Il risparmio è assicurato, così come l’unicità di ogni stampa di altissima qualità.

La stampa digitale personalizzata è diventata a portata di tutti coloro che hanno idee e originalità grazie al configuratore che permette di personalizzare tutto ciò che il cliente ha in mente. Iotistampo è la soluzione per professionisti ed aziende che vogliono realizzare prodotti esclusivi e creativi senza più essere costretti a scegliere prodotti standardizzati.

Collegandosi al sito è possibile scoprire di più anche su poster di vario formato, per stampare le immagini su poster di altissima qualità su carte fotografiche per interni. Grazie all’utilizzo delle tecnologie di ultima generazione adottate da iotistampo, è possibile ottenere la garanzia di stampe di qualità ad un prezzo molto contenuto su tutti i prodotti come per la stampa su tela per una resa pittorica, sui calendari personalizzati olandesi e tanti altri modelli e sulla stampa degli adesivi PVC con la grafica proposta dal cliente: adesivi per tutti gli usi, per superfici piane, per automezzi, per pareti e adesivi prespaziati.

Configurate il prodotto è davvero molto semplice ed online è possibile ottenere tutto il supporto necessario.

Le spedizioni sono gratis e veloci e la verifica di file è compresa nel preventivo.

Quanto costa stampare un libro: ecco le offerte più convenienti in rete

Published by:

stampare un libro

Stampare un libro online è certamente più conveniente. In rete esistono tantissime offerte a prezzi anche stracciati, che permettono a tutti di stampare la propria opera.

Il prezzo di stampa del libro viene calcolato in funzione alle caratteristiche scelte e decise dall’autore: numero di pagine, grammatura della carta, carta, formato, stampa a colori o bianco e nero, tipologia di rilegatura e naturalmente, incide sul prezzo di stampa il numero delle copie.

Ottenere un preventivo di stampa online è facile e veloce, basta inserire le informazioni richieste nel format che compare collegandosi ad uno dei tanti siti e-commerce e poi decidere quello che riteniamo possa essere più conveniente e vantaggioso.

stampare un libro

Oggi sono sempre più richiesti ed utilizzati i preventivi personalizzati, ad esempio, per chi desidera realizzare un libro tutto a colori, o per chi si vuole avvalere anche dei servizi editoriali, come la correzione dei testi.

Tra le offerte che più interessano agli autori, ci sono anche quelle relative al codice ISBN e alla distribuzione o vendita nelle librerie on-line. In questo caso, oltre al preventivo di stampa, si possono ottenere anche i costi relativi alla pubblicazione.

E’ importante valutare con attenzione l’offerta, per evitare brutte sorprese. Il Fatto Quotidiano ha dedicato una guida proprio agli accorgimenti da adottare quando si stampa un libro.

Utilizzando le tecnologie digitali, la tipografia stampa il libro, ma molte aziende online sono anche in grado di occuparsi della distribuzione sui mercati sia nazionali che internazionali. Affidarsi alle offerte disponibili in rete significa anche riuscire a sostenere quei costi che sicuramente risulterebbero inaccessibili per la maggior parte degli autori, utilizzando i mezzi tradizionali.

La stampa di un libro deve essere realizzata in maniera professionale da chi è in grado di offrire soluzioni innovative di qualità al giusto prezzo, per questo è bene affidarsi a tipografie serie. Prima di accettare qualsiasi offerta, è bene informarsi, anche leggendo le recensioni degli altri utenti e utilizzare il comparatore di prezzi, quando si tratta di dover accettare il miglior preventivo a parità di servizi inclusi.

Legge di Stabilità 2017, guida alle novità

Published by:

Mentre la Legge di Stabilità 2017 sta prendendo forma piano piano, vale la pena di iniziare a conoscere le principali novità con cui avremo a che fare nei prossimi mesi. Prima di tutto occorre sapere che il testo della Legge di Stabilità sarà unificato con il testo di Bilancio, in funzione delle modifiche che sono state disciplinate dalla legge n. 163 del mese di agosto del 2016. La legge di Bilancio, quindi, includerà le disposizioni che integrano la legislazione di spesa e di entrata e in più proporrà le previsioni triennali per entrate e uscite.

La struttura del testo della legge di stabilità 2017 sarà caratterizzata da due sezioni, una normativa e una contabile. Nella sezione normativa saranno riportate le misure quantitative che si pongono lo scopo di raggiungere gli obiettivi di finanza pubblica, mentre nella sezione contabile saranno comprese le previsioni di entrate e uscite in funzione di quello che potrebbe accadere dopo la manovra.

Dopo il voto di fiducia al Senato

Sul testo della Legge di Bilancio al Senato è stata posta la questione di fiducia, il che vuol dire che i senatori non hanno avuto la possibilità di presentare emendamenti. Fuori dalla manovra finanziaria, di conseguenza, sono rimasti numerosi interventi: per esempio non sarà inclusa una norma relativa alla dilazione dei contributi al Fondo di risoluzione, e non ci saranno nemmeno leggi sulle sale giochi. Inoltre, è stato escluso lo stanziamento, pari a 50 milioni di euro, per il miglioramento dell’assistenza sanitaria destinata ai bambini che, per colpa delle emissioni inquinanti dell’Ilva, si sono ammalati. Non avranno diritto a usufruire delle detrazioni previste per la ristrutturazione della casa, invece, coloro che non devono presentare la dichiarazione dei redditi perché guadagnano meno di 8mila euro all’anno.

I numeri della manovra finanziaria

Per il prossimo anno è prevista una manovra finanziaria da 27 miliardi di euro, in considerazione di un debito pubblico pari al 133.7% del Pil, di un deficit pari al 2.3% e di un Pil che nel 2017 è cresciuto dell’1%. Una delle misure più onerose dal punto di vista finanziario sarà rappresentata dal congelamento dell’aumento dell’Iva, il cui valore è nettamente superiore ai 15 miliardi di euro: almeno fino alla fine del prossimo anno non se ne parlerà. Poco più di 100 milioni costerà il cumulo gratuito dei contributi per le pensioni, mentre il bonus asilo nido comporterà una spesa di 144 milioni.

Ancora, il pacchetto per l’industria 4.0 avrà un costo di 20 milioni, più o meno il doppio di quello previsto per l’esonero contributivo per l’agricoltura. L’estensione della quattordicesima per le pensioni implicherà un esborso di 800 milioni, mentre per gli incentivi all’autoimprenditorialità sono stati stanziati poco meno di 50 milioni. Ancora, i contratti di solidarietà costeranno circa 15 milioni, il congedo obbligatorio per i papà 20 milioni e l’alternanza scuola lavoro per i piani formativi 27 milioni.

Addio a Equitalia

Con la Legge di Bilancio 2017 è stato confermato anche l’addio a Equitalia; la sanatoria delle cartelle esattoriali, secondo le previsioni più rosee, dovrebbe consentire un recupero di circa 4 miliardi di euro. Confermata una nuova voluntary disclosure, da cui ci si aspettano altri 2 miliardi. Il Fondo del Servizio Sanitario Nazionale dovrebbe crescere fino a 113 miliardi, con 1 miliardo che sarà destinato al piano nazionale per i vaccini. Tra le altre novità degne di nota, la riduzione delle accise sulla birra, la tracciabilità dei prodotti sottoposti ad accisa, l’introduzione dell’imposta sul reddito di impresa, l’esenzione Irpef per i terreni agricoli, l’estensione della finestra per il credito di imposta per le attività di ricerca e sviluppo fino a tutto il 2020 e una lotteria per gli scontrini.

Divani di design: come scegliere il colore giusto?

Published by:

Se hai in mente di cambiare il divano di casa o semplicemente di aggiungerne uno nuovo a quello che già hai, dovresti prestare la massima attenzione al suo colore: la scelta della tonalità cromatica, infatti, è in grado di incidere sulla resa estetica complessiva di tutto il soggiorno, o comunque dell’ambiente in cui il divano è collocato (può trovare posto, per esempo, anche in taverna o in mansarda). Non puoi fare a meno di prendere in considerazione, a questo proposito, lo stile di tutti gli altri complementi di arredo: se ti ritrovi alle prese con un design minimalista e moderno potresti puntare su un divano contraddistinto da tonalità abbastanza sobrie e neutre (con il nero e con il bianco non si sbaglia mai), ma se intendi regalare alla tua abitazione un look un po’ più frizzante puoi pensare di rompere la monotonia d’insieme con delle tinte più accese e appariscenti. Nel caso in cui tu voglia inserire un divano di design all’interno di un ambiente country o dall’atmosfera rustica, invece, non c’è soluzione più indicata che quella di privilegiare le nuance calde. Infine, in un soggiorno vintage o shabby chic, la palette di beige e bianco è quella che garantisce risultati migliori.

Guida alla scelta del divano

Che tu abbia in mente di compiere la tua scelta tra i divani in pelle o quelli in tessuto, dunque, è indispensabile che tu tenga nella dovuta considerazione lo stile di arredo della tua casa. Sempre che sia la tua abitazione quella di cui si sta parlando: in effetti, un divano di design potrebbe trovare posto anche in un ufficio, nella hall di un hotel, in un bar o nella sala di aspetto di uno studio medico. Nel caso in cui tu sia un amante del design minimalista più contemporaneo, i dettami degli esperti raccomandano di preferire il rosso, il bianco o altre tinte monocromatiche.

Molto importante, in qualunque caso, è fare in modo che le tinte della tappezzeria siano in linea con quelle delle pareti. Se è vero che il bianco costituisce la soluzione più facile in questo senso, visto che ha il pregio di adattarsi senza problemi a qualsiasi fantasia o tonalità, è altrettanto vero che se si decide di optare per tinte come il rosso o il giallo c’è bisogno di fare pendant, per evitare effetti poco gradevoli. Anche le condizioni di luce rientrano tra i parametri che meritano di essere valutati con scrupolo: un divano scuro, per esempio, è adatto a un salotto molto illuminato in quanto permette di sottrarre un po’ di luminosità al contesto complessivo. Ma se si predilige l’effetto ton sur ton, non ci sono problemi: il risultato sarà un soggiorno che sembrerà ancora più grande e luminoso.

Come utilizzare i colori freddi e quelli caldi

Non si deve aver paura di usare i colori freddi, ma occorre che queste tonalità vengano dosate con giudizio e impiegate nel contesto giusto. In linea di massima le tonalità fredde sono in grado di dare vita a un’atmosfera moderna e a un clima rilassante: il verde acido sembra essere capace di stimolare il corpo e la mente, mentre chi si accontenta delle soluzioni più classiche trova nel celeste e nel blu due preziosi punti di riferimento che, rievocando il mare e il cielo, favoriscono una gradevole sensazione di eccezionale relax.

Per quanto concerne i colori caldi, d’altro canto, il loro effetto è quello di rendere il soggiorno più ospitale e accogliente: che si opti per l’arancione, per il giallo o per il rosso, i risultati migliori si ottengono se ci sono dei tessuti di arredo abbinati nei dintorni (per esempio i tappeti o le tende delle finestre).

Sommelier si nasce o ci si diventa?

Published by:

Se bere vino è considerata una cosa normale, degustarlo è una vera e propria arte che viene evidenziata dai professionisti del settore: i sommelier. Ma è sufficiente frequentare un  Corso Sommelier Milano per essere dei veri esperti oppure occorre altro? Indubbiamente la passione è fondamentale ma deve essere preceduta da corsi professionali che formano assaggiatori e degustatori di vini fino a trasformarli in esperti sommelier.

Molte le prestigiose competizioni che mettono a confronto i migliori professionisti del ramo tra le quali non possono non essere citate quelle organizzate dalla Worldwide Sommelier Association e quelle a cura dell’Association de la Sommellerie Internationale che determinano i migliori esperti della sommellerie mondiale.

Una speciale classifica

Stilare una classifica definitiva dei migliori professionisti è complicato essendo tante le dinamiche affatto univoche che sarebbero da considerare, tuttavia tra i primi sommelier possiamo trovare le seguenti figure.

  • Luca Gardini: proclamato miglior sommelier italiano a soli 23 anni, si forma all’interno della Enoteca di Firenze tre volte stellata. Collabora con uno dei più famosi ristoranti a livello mondiale, il britannico The Fat Duck e successivamente presso il Cracco di Milano. Vince nel 2009 il titolo di miglior sommelier d’Europa.
  • Paolo Basso: tre volte vice campione del mondo, riesce a conquistare il titolo nel 2013 a Tokyo.
  • Luca Martini: opera presso l’Osteria Da Giovanna ad Arezzo e vanta collaborazione con Steven Spurrier, nome famoso di Decanter Magazine, vera bibbia mondiale per i cultori del vino. Gestisce la cantina dell’Osteria e si occupa di formazione e marketing.
  • Gérard Basset: guru del buon bere ha fondato la catena di hotel 5 stelle dedicati al vino, gli Hotel du Vin.
  • Gérard Margeon: sommelier  al Miramar di Biarritz e successivamente al Méridien Montparnasse a Parigi passa al Louis XV di Montecarlo di Alain Ducasse del quale diviene consulente e supervisore.
  • Olivier Poussier: già collaboratore dei più significativi chef stellati è anche il responsabile acquisti di importanti gruppi e consulente gastronomico. E’ collaboratore della guida Les meilleurs vins de France, della «Revue du vin de France».
  • Aldo Sohm: miglior sommelier del mondo nell’edizione 2008 lo celebra come due anni prima fece il New York Magazine. Lavora come wine director al ristorante Le Bernardin, pluristellato a New York.
  • Andreas Larsson: Chef passato alla degustazione di vini -sua vera passione- viene celebrato nel 2007 conquistando la palma di miglior sommelier.
  • Enrico Bernardo: vincitore del titolo di miglior sommelier nel 2004, è un professionista che si dedica alla gestione di due suoi ristoranti e di una boutique a Parigi. Inoltre, si occupa di formazione e consulenze. La sua passione per il vino lo porta a scrivere libri e a disegnare bicchieri per la degustazione.
  • Markus Del Monego: guadagna il titolo di miglior sommelier del mondo e nello stesso anno, il titolo di Master of Wine. Si occupa della gestione della sua società di consulenza.

Quando conviene ricorrere ai mobili salvaspazio

Published by:

La scelta di puntare sui mobili salvaspazio non è solo estetica, ma anche pratica: con questo espediente, infatti, si può optare per complementi di arredo eleganti e non ingombranti, il che si traduce nell’opportunità di ottimizzare gli spazi e di sfruttarli nel migliore dei modi possibile. Per le abitazioni piccole sono perfette, per esempio, le cucine a scomparsa, che si caratterizzano per la presenza di ante che consentono di nasconderla in caso di necessità. Compatte e gradevoli, presentano ante che scompaiono all’interno dei vani laterali: sono cucine consigliate per chi non ama le soluzioni a vista, sia nel caso in cui siano componibili, sia nel caso in cui siano monoblocco.

Sul catalogo di Protek Design è facile scoprire un vasto assortimento di soluzioni a scomparsa, studiate con attenzione dai designer per soddisfare qualunque genere di necessità. Tra queste non possono non essere menzionati i letti a scomparsa, che offrono l’occasione di dare vita a zone per la notte vere e proprie senza che si sia costretti a rinunciare a metri quadri utili di giorno. In una cameretta, quindi, si può pensare di collocare un letto trasformabile o un letto abbattibile: in entrambi i casi, si ha a che fare con un prodotto che permette di salvaguardare lo spazio a disposizione senza rinunciare alla funzionalità tipica di un letto classico. Insomma, la comodità del riposo viene garantita sempre e comunque.

Cucine a scomparsa e non solo

Non si pensi che il ricorso a un letto a scomparsa implichi dei compromessi o dei sacrifici dal punto di vista del comfort: tutti i letti trasformabili sono muniti di rete a doghe e in grado di ospitare e accogliere qualsiasi tipo di materasso si desideri. Volendo, li si può utilizzare tanto in inverno – con il piumino e la coperta – quanto in estate. Funzionali e pratici, i letti abbattibili assicurano la stessa comodità di un letto fisso ma vantano meccanismi tecnologici per le strutture di base a scomparsa in virtù dei quali l’apertura e la chiusura si rivelano decisamente agevoli. Sono tanti i metri che si recuperano in una singola stanza: forse non è come avere a disposizione un locale in più, ma quasi! Merito di studi attenti e meticolosi, ma anche di tecnologie innovative.

Insomma, come si può notare i mobili trasformabili trovano spazio davvero in ogni angolo della casa, dal soggiorno alla mansarda, passando per la taverna o la camera da letto. Tornando alle cucine a scomparsa, se ne possono apprezzare i pregi in qualunque situazione: pur essendo racchiuse all’interno di un armadio contenitore, propongono tutto ciò di cui si può aver bisogno ai fornelli. Tutti gli elementi sono integrati in maniera decisamente funzionale, senza rischiare che lo spazio possa essere sprecato. I vani contenitori, i piani di lavoro, gli elettrodomestici: non c’è componente che non venga progettata e messa a punto tenendo conto dei bisogni concreti di chi è destinato a vivere in quegli ambienti.

Texas Hold’em Poker: le regole di un gioco sempre più in voga

Published by:

guida per giocare a poker

Il Texas Hold’em è oramai la variante di poker più famosa, in particolare nella sua versione no limit, ovvero senza limiti di puntata. A fine degli anni 90, primi 2000, il poker è diventato un fenomeno popolare negli Stati Uniti in particolare era diffuso nelle sue partite limit. Ma l’esplosione vera e propria lo si è avuto con il texas hold’em no limit che ha favorito anche lo sviluppo del poker sportivo, ovvero del poker a torneo.
Cerchiamo di spiegare a chi non conosce questo gioco o è poco esperto come si svolge una partita di poker texano.  Continue reading