Category Archives: Aziende

Notizie sul mondo delle imprese.

Multi-shop, tutti i vantaggi offerti dal multinegozio

Published by:

Il multi-shop è un’opportunità che vale la pena di prendere in considerazione per le numerose possibilità di personalizzazione che mette a disposizione e per la notevole capacità di gestione che lo contraddistingue. Si tratta, non a caso, di una delle funzioni più importanti che fanno parte della piattaforma Prestashop. Quando si parla di multi-shop (o di multinegozio, a seconda della dizione che si vuole utilizzare), si fa riferimento a una funzionalità che permette a negozi differenti di uno stesso gruppo di essere indipendenti gli uni rispetto agli altri, in modo da operare in modo diverso.

Cos’è il multinegozio

Si potrebbe identificare il multinegozio come un sistema attraverso il quale la medesima interfaccia di amministrazione permette di gestire vari negozi e, di conseguenza, realizzare gruppi di negozi diversi. Nel caso in cui lo si desideri, comunque, ciascun e-commerce potrà avere delle caratteristiche in comune con gli altri: per esempio, le schede di prodotto, i brand o le categorie. Così si viene posti nelle condizioni di riuscire a gestire più di un negozio online nello stesso momento: una configurazione di questo genere permette di assecondare i bisogni dei grandi rivenditori che hanno l’obiettivo di posizionarsi in molteplici settori o comunque di entrare a far parte di varie nicchie professionali.

Perché vale la pena di utilizzare un multi-shop

La semplificazione della gestione è, come si può ben intuire, uno dei motivi principali per i quali conviene usare un multinegozio, perché la stessa interfaccia di amministrazione rende il tutto semplice e pratico. Con un solo backoffice, quindi, gli amministratori di e-commerce sono in grado di apportare modifiche ai diversi negozi. Il risparmio di tempo di cui si può beneficiare è evidente, e si traduce in un minore investimento di risorse.

Come usare Multiweb Negozi

Una delle soluzioni che possono essere sfruttate in questo ambito è prestashop multinegozio, che permette di aumentare le vendite in tempi rapidi e in modo redditizio. Multi Web Negozi si presenta come una soluzione personalizzata e semplice, per mezzo della quale nel giro di poche settimane si ha la certezza di beneficiare di un ritorno dell’investimento considerevole. Grazie a opzioni studiate su misura, si riesce a vendere in tutto il mondo velocemente.

Ruoli differenti con l’amministrazione delle autorizzazioni 

Un sistema di questo genere permette di indicare le autorizzazioni per ciascun negozio online per ogni dipendente: con l’amministrazione delle autorizzazioni, in sostanza, un dipendente può essere messo nelle condizioni di operare in più di un negozio online. Un po’ come avviene nella gestione delle pagine Facebook, insomma. Per di più, il ruolo dei vari membri di un team può essere modificato a seconda delle posizioni, in qualsiasi momento e senza fatica. Come è evidente, dunque, il multinegozio comporta la massima personalizzazione di ogni negozio digitale, anche con configurazioni separate.

Perché scegliere il multi-shop

Sono numerose, insomma, le ragioni che devono spingere a prendere in considerazione l’ipotesi di affidarsi a un multinegozio, che per di più assicura un accesso allo stock complessivo dei prodotti. Le scorte possono essere controllate in qualsiasi momento, anche grazie a una lista di prodotti pubblici. Ciò consente di non dover fare i conti con prodotti duplicati e, di conseguenza, previene l’inconveniente rappresentato da contenuti duplicati. Resta inteso, inoltre, che se lo si desidera è possibile avere negozi differenti che presentino nomi di dominio differenti: si tratta di un’opportunità da non sottovalutare specialmente nel caso in cui si abbia intenzione di vendere in vari Paesi, magari con nomi diversi. Al tempo stesso, è prevista la possibilità di adattare le valute e le lingue. 

Come vengono rivestiti di argento i manufatti? Il silverplate

Published by:

Un manufatto che viene realizzato con una lega metallica – come per esempio l’ottone, l’alpaca o il peltro – o con un metallo non nobile – come il ferro o il rame – viene indicato con il nome di silverplate nel caso in cui sia caratterizzato da un rivestimento in argento, a prescindere dal tipo di tecnica a cui si è fatto ricorso per conseguire il risultato. Sin dal Settecento, una tecnica diffusa è stata quella del close plating, che riguarda i rivestimenti in argento per i manufatti in acciaio e in ferro. Lo scopo per cui si sceglie questa tecnica non è quello di risparmiare sul costo dell’argento, che pure è molto elevato sul mercato, ma solo quello di usufruire di oggetti contraddistinti da un livello di resistenza superiore a quello che può essere garantito dall’argento sterling.

Il close plating

Il close plating nella maggior parte dei casi viene adottato per gli oggetti di piccole dimensioni, soprattutto nel caso in cui essi siano destinati al taglio: si pensi, per esempio, alle lame dei coltelli o agli smoccolatoi per le candele. Il procedimento prevede, appunto, di rivestire con l’argento un’anima in acciaio o in ferro. Tuttavia, è bene sapere che l’argento non può essere fatto aderire direttamente al ferro: per questo motivo è necessario che il manufatto sia sottoposto a una preparazione particolare, resa possibile da un trattamento a base di decapanti, che permettono di eliminare il grasso e lo sporco. Un ulteriore trattamento con sali di ammonio, inoltre, si rende indispensabile per far sì che la superficie possa essere sottoposta ai processi successivi.

Gli oggetti realizzati con il close plating

Gli oggetti destinati al close plating vengono ricoperti con dello stagno fuso, a cui viene fatto aderire un foglio di argento molto sottile prima che lo stagno stesso si solidifichi: lo spessore dell’argento è minore di quello dei fogli di alluminio a cui si fa ricorso in cucina. Una volta avvenuta la solidificazione dello stagno, si procede con la rifinitura e con la lucidatura. La maggior parte degli oggetti in close plating risale alla prima metà del XIX secolo; essi in genere sono marcati in maniera alquanto particolare, con lettere e simboli.

L’elettroplating

Una soluzione alternativa è rappresentata dall’elettroplating, vale a dire una tecnica di ricopertura galvanica che prevede l’applicazione di una differenza di potenziale tra due elettrodi. Il manufatto che deve essere argentato è il catodo, mentre l’anodo è rappresentato da una lastra in argento puro. Sia l’anodo che il catodo sono immersi all’interno di cianuro di argento, o comunque di una soluzione acquosa di elettrolita (cliccando qui si può scoprire di più su cianuro vendita). L’anodo all’interno della soluzione si scioglie in modo graduale, così che l’argento va a ricoprire il manufatto.

Le caratteristiche e i risultati della ricopertura galvanica

In seguito all’applicazione di questo tipo di procedimento, il manufatto ha un colore bianco latte e va sottoposto a lucidatura; tale processo, tuttavia, causa il distacco parziale dell’argentatura, che è delicata, soffice e di consistenza porosa. Non c’è bisogno, invece, delleoperazioni di finitura, dal momento che l’argentatura è distribuita in modo omogeneo sulle varie parti del manufatto. 

L’electroforming

Infine, vale la pena di conoscere le peculiarità dell’elettroriproduzione, nota anche con i nomi di elettrostampaggio, electrotyping o electroforming. In pratica, grazie all’impiego di gomme speciali si ricava il calco di un oggetto che in seguito viene adoperato a mo’ di stampo. Quest’ultimo, a sua volta, è rivestito con della grafite nei punti in cui è richiesta la conduzione di elettricità. Lo stampo viene usato in un bagno galvanico come catodo, e permette di creare una copia perfetta del manufatto di partenza grazie al depositarsi dell’argento reso possibile dall’applicazione di una differenza di potenziale.

Gruppo Aura, innovazione ed efficienza energetica

Published by:

Il Gruppo Aura nasce nel 2017, trattasi infatti di una realtà giovane, dinamica, innovativa, del panorama riminese, che già ha ottenuto la leadership del settore elettrico-idraulico, in quanto supportata dai migliori professionisti nelle varie competenze che permettono al Gruppo di porsi come nuovo punto di riferimento nel panorama dell’impiantistica elettrica ed idraulica e degli interventi di bioedilizia.

Il Gruppo Aura è primo in professionalità, affidabilità ed attenzione al futuro: i tecnici specializzati e collaboratori affiancano il cliente dal preventivo, alla realizzazione, fino alla manutenzione degli impianti, sostenendo con i propri servizi tutti i professionisti del settore che si affidano al Gruppo. Affidabile poi in quanto mette a disposizione consulenti energetici formati e competenti e i lavori vengono eseguiti a regola d’arte da operai professionisti che rispettano tutte le norme di sicurezza e attento al futuro in quanto incentiva l’utilizzo di energia pulita per favorire l’efficienza energetica sfruttando con criterio le risorse del nostro pianeta. Il Gruppo Aura è sempre in cerca di nuove tecnologie innovative, nuove soluzioni e realizzazioni sostenibili. Il Gruppo si rivolge sia alle aziende che ai privati, permettendo anche la possibilità di ottenere incentivi statali e fondi che sono oggi strumenti sempre più importanti a disposizione di privati ed imprenditori, che si affiancano oppure offrono una valida alternativa all’accesso al credito, mezzo sempre importante nella vita di tutti i giorni.

Il Gruppo Aura aiuta ad identificare l’ incentivo o il fondo più adatto alle proprie esigenze e segue per conto del cliente, l’ottenimento di tali incentivi che possono coprire fino al 100% della cifra spesa. Inoltre si occupa anche di manutenzione, con interventi programmati o d’emergenza entro 24 ore. Offre servizi di monitoraggio, adeguamenti normativi, sostituzione componenti usurati e non più efficienti sia su impianti idraulici, di riscaldamento, impianti di processo o impianti fotovoltaici.

Che si tratti di una semplice abitazione o una grande industria, attraverso una ristrutturazione energetica, l’intervento dell’azienda, riesce a ridurre il fabbisogno energetico. Una semplice sostituzione del sistema illuminante o una ristrutturazione più rilevante può portare il proprio edificio in Classe A+++.

Il Gruppo Aura, si occupa anche di realizzare e costruire qualsiasi tipologia di impianto idraulico, riscaldamento, condizionamento, idrico sanitario. Ma anche impianti di processo, SKID ed attrezzature personalizzate secondo le richieste del cliente. Anche costruisce e realizza qualsiasi tipologia di impianto elettrico, TVCC, quadri elettrici, domotica, impianti speciali videosorveglianza e di allarme. Inoltre progetta ed installa anche impianti di processo, SKID ed attrezzature personalizzate, sempre secondo le richieste del cliente. Sfruttando le ultime novità tecnologiche del settore, l’azienda realizza anche l’impianto fotovoltaico più adatto alle proprie esigenze energetiche, e propone sistemi di gestione e ottimizzazione dell’energia prodotta per utilizzarla in maniera intelligente, quando serve realmente l’ obiettivo è infatti quello di creare indipendenza energetica. Il reparto di Ricerca e Sviluppo parte da accurate analisi di mercato per elaborare soluzioni innovative, proponendo tecnologie all’avanguardia a tutela di un’economia più sostenibile ed un mondo più pulito. Inoltre è anche possibile scegliere il pacchetto completo che racchiude servizi di consulenza all’avanguardia, un servizio di progettazione che si avvale della collaborazione dei migliori professionisti sul territorio e grazie alla supervisione, si ottiene un unico referente per la gestione di tutti gli impianti. Per avere maggiori informazioni, basta contattare un consulente online, anche per richiedere il servizio personalizzato.

Per le PMI la trasformazione digitale è un’occasione o un impiccio?

Published by:

In tutti gli ambiti di mercato le aziende stanno dando il la a processi di trasformazione digitale che si stanno rivelando fondamentali per reagire ai mutamenti che coinvolgono non solo le imprese, ma la società nel suo complesso, a causa dell’evoluzione delle nuove tecnologie. Basti pensare, giusto per proporre un esempio, a come sono cambiati i nostri comportamenti di acquisto nel corso degli ultimi anni: i marchi non hanno potuto fare altro che adeguarsi per attirare la clientela interessata allo shopping online.

Quanto è difficile cambiare

La corsa al digitale non può certo essere considerata un percorso privo di ostacoli, per il semplice motivo che il solo possesso di risorse digitali non è sufficiente per raggiungere gli obiettivi auspicati. Il ricorso ai servizi cloud e alle piattaforme collaborative è certo utile, ma occorre più in generale capire in che maniera è possibile innovare e rinnovare il modo in cui si fa impresa. In altre parole, gli strumenti digitali devono poter essere integrati nel business aziendale. Per tutta l’economia il digitale costituisce una preziosa occasione: anche le piccole e medie imprese sono chiamate ad approfittarne, ma solo a condizione che siano in grado di concepire e sviluppare una strategia sul lungo termine.

La trasformazione digitale di Arka Service

Cliccando sul sito di arka-service.it, si può scoprire una realtà che ha fatto della trasformazione digitale e dell’innovazione i suoi tratti peculiari, doti di cui non si può fare a meno per arrivare a traguardi di eccellenza. Grazie ad Arka Service, chi gestisce un’impresa può concentrarsi unicamente sul proprio business, affidando la sicurezza informatica e l’innovazione a specialisti esperti e qualificati. L’assistenza viene garantita in qualunque giorno dell’anno e 24 ore su 24; per di più, si può usufruire di soluzioni su misura indispensabili per la crescita di ogni infrastruttura.

Il ruolo delle piccole e medie imprese

IDC ha condotto una ricerca intitolata SMB Digital Transformation, che permette di scoprire qual è l’approccio adottato dalle PMI nei confronti dell’innovazione. Stando ai risultati di questo studio, solo un’azienda su cinque non ha beneficiato di vantaggi concreti dopo essersi impegnata in processi di digitalizzazione. Il novero dei benefici che sono stati riscontrati dalle altre aziende, invece, è ampio e variegato, e include un accesso più semplice alle informazioni, il calo dei costi, la crescita delle vendite e l’aumento dell’efficienza produttiva, senza dimenticare il miglioramento della customer experience. Ciò non toglie che siano ancora tante le imprese che non si sono ancora adeguate alla digitalizzazione.

Quali sono i servizi più diffusi

Le piattaforme collaborative rientrano tra i servizi più diffusi, soprattutto per merito dell’erogazione tramite cloud, ma lo stesso discorso può essere esteso alle applicazioni di commercio elettronico, alle soluzioni di CRM e ai sistemi di talent management. In virtù di questi strumenti, le aziende hanno l’opportunità di aumentare le proprie performance: il che vuol dire massimizzare la redditività e la crescita. Occorre, in ogni caso, una prospettiva di integrazione, senza la quale non ci possono essere risultati sul lungo termine. 

Le sfide a cui far fronte: la raccolta e l’uso dei dati

Una sfida che non può essere sottovalutata è quella che prevede di considerare la digital transformation non come un traguardo raggiunto ma come un processo che è ancora in corso. Le varie aree tecnologiche devono essere connesse le une con le altre: questa è la via da percorrere per crescere in tempi più rapidi e per ottimizzare i risultati. Per poter essere digitale, un’impresa deve riuscire a raccogliere i dati relativi ai consumatori e a sfruttarli al fine di migliorare il proprio modello di business. Il futuro, insomma, è delle aziende data-centric, piccole o grandi che siano.

Le aziende nel campo della produzione di strutture gonfiabili pubblicitari: come lavorano e caratteristiche

Published by:

gonfiabili

Esistono sul mercato italiano (così come in tutto il mondo) da diversi anni molte aziende che producono strutture gonfiabili da utilizzare per scopi pubblicitari: questa tipologia di strutture vengono utilizzate dalle aziende per promuovere il proprio marchio e i relativi prodotti all’interno di manifestazioni di vario genere quali fiere, eventi sportivi, concerti e tante altre tipologie di eventi diversi. Continue reading

Come lanciare la tua nuova rivista

Published by:

magazine-806073_1280

Hai stampato la tua nuova rivista e stai cercando qualche consiglio utile per lanciarla e per promuoverla? Se devi lanciare la tua nuova rivista, ovvero, promuoverla, come primo passo puoi creare un sito internet e cercare di ottenere un buon posizionamento su Google. Questo significa che gli utenti che cercheranno online la tua rivista la potranno trovare nei primi risultati. Altro passo è quello di creare una newsletter e una mailing list periodica e ricercare quanti più iscritti. In questo modo avrai lettori affezionati a cui potrai inviare gli ultimi aggiornamenti e tutte le novità. Puoi anche tentare con le campagne di email marketing. Anche i social sono fondamentali per lanciare la tua nuova rivista, puoi quindi creare una pagina Facebook ad essa dedicata. In questo modo potrai stare sempre in contatto con i tuoi lettori. C’è poi un altro passo da fare ed è quello di contattare le aziende di settore in grado di finanziare la tua rivista (così come i finanziamenti governativi) ed alla stessa stregua, creare una rete di distribuzione per promuovere e distribuire la rivista su tutto il territorio in maniera capillare.
Se devi lanciare e promuovere una rivista digitale, ti conviene iniziare con l’offrire una copia gratuita per un periodo di tempo. Devi anche trovare le parole chiave che i clienti stanno cercando, e possono anche essere delle frasi. Per convincere i lettori ad abbonarsi alla rivista digitale devi fare una descrizione accattivante del tuo prodotto. Devi anche incoraggiare le recensioni che hanno un enorme potere. Non devi nemmeno mai sottovalutare uno dei benefici dei contenuti digitali che è proprio quello di avere una linea diretta con i propri lettori. Quindi puoi sfruttare le notifiche push, ma tutto questo deve essere fatto senza infastidire il lettore. Se noti che questo metodo funziona, puoi integrarlo alla pubblicità di banner e link a pagamento, e poi potresti anche pensare, in futuro, di offrire anche la versione cartacea. Potrebbe essere davvero arrivato il momento del successo!

La tecnologia un’opportunità per le aziende

Published by:

2887-e-faxLa tecnologia ha assunto un ruolo fondamentale in questi anni, soprattutto nella sfera lavorativa. Questa è diventata importante per le diverse realtà imprenditoriali, tanto che anche i più piccoli imprenditori dovranno iniziare ad adottarla visto che da gennaio la fatturazione elettronica sarà obbligatoria.

Nel Bel Paese il processo di digitalizzazione è a buon punto, anche se bisogna fare ulteriori passi in avanti. Le piccole e medie imprese italiane, come confermano anche i numeri, faticano a comprendere i vantaggi offerti dalle nuove tecniche produttive. La maggior parte continua a utilizzare il telefono fisso per comunicare e poco i dispositivi mobili. Pochi, poi, sono le PMI che guardano con interesse alle piattaforme di lavoro online per organizzare il lavoro tra i dipendenti.

Le aziende italiane possono, attraverso il processo di digitalizzazione, abbassare in maniera significativa le uscite e massimizzare meglio le entrate. Basti pensare ad un e-fax che permette di risparmiare non pochi quattrini agli imprenditori rispetto a quelli che si affidano ancora al fax tradizionale. Internet consente non solo di rispondere a un’email di un fornitore, ma anche di chiamarlo. Ed è possibile utilizzare un pc, un tablet oppure lo stesso smartphone, senza per forza essere costretti ad alzare la classica cornetta.

Altro grande vantaggio riguarda la dematerializzazione attraverso l’utilizzo di un archivio digitale. Per prima cosa un archivio digitale è accessibile da qualsiasi dispositivo e anche in remoto. Inoltre, la digitalizzazione permette di reperire più velocemente quello che stiamo cercando. In questa maniera si ottiene un importante risparmio di tempo, che potremmo usarlo per svolgere altre mansioni. Passare ai sistemi di memorizzazione Cloud ha un beneficio anche economico: si taglierebbero i costi della stampante che, tra carta e toner, sono abbastanza elevati.

Per questi, e per tanti altri motivi le aziende italiane devono guardare alla digitalizzazione come una opportunità da cogliere al volo per affrontare il mondo del lavoro nel migliore dei modi.

Tornando al discorso della fatturazione elettronica obbligatoria, dal 2019 tutte le aziende dovranno utilizzare questo strumento per adeguarsi alle nuove normative. Il primo passo è stato fatto nel 2014 con la fattura elettronica verso la pubblica amministrazione che ha visto le fatture elettroniche diventare il documento obbligatorio per tutti i rapporti con la PA, gli enti pubblici e poi verso le società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana. La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo diffuso della fatturazione elettronica sia nelle relazioni commerciali tra soggetti passivi Iva privati (aziende e professionisti con P.Iva) sia verso i consumatori finali.

Dal 1° gennaio 2019 per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato, e per le relative variazioni, sono emesse esclusivamente fatture elettroniche utilizzando il Sistema di Interscambio e secondo il formato XML già in uso per la FatturaPA.

Coperture assicurative per le aziende

Published by:

L’assicurazione aziendale è obbligatoria per le PMI. Ma perchè sottoscrivere l’assicurazione aziendale?

Gli investimenti sono sempre rischiosi per le aziende, questo è un dato di fatto, e possono andare contro a qualche imprevisto. Questo è il motivo per cui le aziende stipulano polizze assicurative in grado di proteggere l’attività e contenere il rischio della perdita del patrimonio.

Ogni imprenditore sa bene che non esiste un settore o un’attività immune da rischi: danni ai dipendenti, alla produzione, ai macchinari, ai clienti, a terzi, ecc. Per questo la polizza assicurativa è una scelta obbligata per le società e le imprese.

A chi è rivolta la polizza assicurativa?

La polizza assicurativa è rivolta alle piccole e medie imprese, alle società, alle ditte individuali e agli artigiani. I settori produttivi sono tutti coperti: commercio, artigianato, incluse le aziende agricole. Ogni settore però si diversifica in quella che è l’esposizione al rischio, legato non solo alla produzione, ma anche all’ambiente lavorativo.

La polizza RCT/O

E’ doveroso ed opportuno assicurare le persone, quindi i dipendenti, ma non solo, agli infortuni. I proprietari dell’azienda devono assicurare le persone coinvolte nella produzione e distribuzione dei loro prodotti e servizi: terzi, dirigenti, dipendenti e operai, i quali rappresentano il primo rischio per l’impresa.

La polizza RCT/O (responsabilità civile verso terzi e verso operai) è una scelta prioritaria per chi ha investito capitale in quanto tutela l’azienda dai danni provocati a terzi da prestatori d’opera per fatti ad essa imputabili nello svolgimento della propria attività. Altra opzione importante, è quella di assicurare con una RCO i propri dipendenti dal rischio di infortuni che possono rappresentare per l’azienda una spesa ingente in caso di richiesta di risarcimento.

Assicurazione per i dirigenti

Stando al contratto collettivo di lavoro,  l’azienda è tenuta per legge a sottoscrivere una polizza assicurativa contro gli infortuni sia professionali che extra-professionali. Si tratta di una tutela che riguarda, nella fattispecie, l’eventualità di invalidità permanente, totale o parziale, o la morte causata da infortunio. Bisogna tuttavia specificare che l’infortunio non necessita di essere legato all’attività lavorativa del dirigente ma sono tutelati tutti gli aspetti della sua vita. La polizza copre dall’infortunio il soggetto 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.

E’ vantaggioso affidarsi al consulente assicurativo?

Le aziende, possono affidarsi al consulente intermediario assicurativo prima di sottoscrivere la polizza aziendale e sentirsi maggiormente tutelati, sia dal punto di vista monetario, sia a livello di efficienza ed efficacia.

Il consulente assicurativo, per professione, è sicuramente una figura scrupolosa che ha una peculiare conoscenza del mercato, quindi è in grado di occuparsi della tutela del patrimonio aziendale.

Richiedi una consulenza ed un preventivo personalizzato

Se devi una polizza per la tua azienda, richiedi una consulenza ed un preventivo personalizzato a più assicurazioni, al fine di trovare quella migliore per la tua realtà aziendale. In questo modo avrai più tempo da dedicare alla tua azienda e potrai farlo in modo sereno. Solitamente è bene richiedere l ’identificazione del rischio, al fine di ottenere una copertura personalizzata, l’assistenza in caso di sinistri e la gestione integrale dei contratti.

Etichette resinate: cosa sono e dove si possono acquistare

Published by:

christmas-1085390_1280

Le etichette resinate sono speciali etichette dai colori brillanti e tridimensionali, in grado di conferire al prodotto un aspetto molto accattivante. Sono persino in grado di creare uno spessore maggiore al prodotto, alla confezione, persino alla comunicazione. Sono molto intuitive, di chiaro e diretto impatto, entrano nel cuore e nella testa del consumatore e creano una grande empatia.

Oggi sono sempre più utilizzate, non solo nel settore automotive ma anche per la personalizzazione del packaging e per le attività promozionali. Grazie all’ “effetto bold”, si ottengono etichette resinate digitali dai colori vividi in grado di aggiungere un ulteriore valore di spessore al messaggio promozionale. Le etichette resinate sono anche conosciute come Domed Stickers o Adesivi 3D e stanno letteralmente conquistando il mercato dal momento che vengono utilizzate da un numero sempre in crescita di settori. Sono molto resistenti, protette da una speciale cupola antigraffio che permette al logo ed al marchio di restare sempre perfettamente in risalto, anche in condizioni difficili. Nulla di meglio e di più indicato per mostrare la marca in maniera professionale e soprattutto chiara. Con un 2018 di investimenti crescenti in pubblicità, è il momento giusto per cominciare con le etichette resinate e un design accattivante!

Le etichette resinate si possono acquistare direttamente online, grazie ai preventivi gratuiti, ai prezzi altamente competitivi, alla consegna veloce e gratuita e all’alta qualità del prodotto e della stampa. Le etichette resinate personalizzate sono una scelta davvero molto richiesta nel web, anche perchè effettuare l’ordine risulta molto facile, basta solo decidere la quantità, le misure, la grafica, inserire le informazioni che vengono richieste dal supporto di stampa. Possono anche essere spedite nel giro di 48 ore, direttamente a casa, per iniziare subito ad essere utilizzate. Basta un piccolo investimento per ottenere un grande, anzi, grandissimo risultato ed un riscontro pubblicitario davvero notevole. Le etichette resinate online rappresentano una realtà sempre più globalizzata dove il mercato offre sempre più offerte e servizi mirati ma soprattutto di ottima qualità.

Come sfruttare le valvole termostatiche: scopri come vanno usate

Published by:

Ormai già dal 2017 nei condomini è fatto obbligo di utilizzo di valvole termostatiche da installare sui termosifoni. Se non le hai è meglio che ti accerti del perché, pena venire sanzionato in quanto condomino.

Valvole termostatiche: uno strumento per il risparmio energetico

Quando installi una valvola termostatica regoli con precisione la temperatura di quell’ambiente. Il regolatore infatti indica i gradi precisi da raggiungere e mantenere. Tutto ciò è possibile grazie al meccanismo contenuto nella valvola che fa in modo di regolare l’acqua calda in circolo nel radiatore per ottenere il livello prefissato.

Da ciò deriva che in ogni stanza dell’appartamento è possibile ottimizzare la temperatura scegliendo diverse gradazioni. In alcune stanze si sa che per effetto di altri sistemi di riscaldamento indiretti, il termosifone è meglio impostarlo ad una temperatura inferiore rispetto alla media. Nella camera degli ospiti, essendo per lungo tempo non frequentata, è plausibile impostare una temperatura più bassa, e così via. Gli effetti si vedono sul consumo totale, e normalmente le differenze si notano.

Testata termostatica

Come funzionano la valvole termostatiche

Vediamo come funziona una valvola termostatica e da quali componenti è formata.

Quando si parla di valvole termostatiche si fa esplicito riferimento all’abbinata valvola e testa termostica. La testa termostatica serve per impostare la temperatura ambiente desiderata. É abbastanza intuitivo, il fiocco di neve è la funzione antigelo, poi si sale da 1 a 5. Questi numeri corrispondono alla temperatura esterna. Devi sapere che se imposti 3 significa impostare la temperatura ambiente a 20 gradi. Per rendere più o meno caldo il termosifone (o radiatore) si regola l’acqua calda in ingresso. Più è alto quel numero più la testa termostatica farà passare acqua calda. Sebbene i valori riportati siano da 1 a 5, è possibile usare anche le posizioni a metà tra un numero e l’altro.

Ogni tacca fa aumentare o diminuire la temperatura di circa 5 gradi. Conoscendo che al 3 corrisponde una temperatura di 20 gradi, puoi facilmentre individuare l’impostazione giusta per le tue esigenze.

Impostare una temperatura piuttosto che un’altra determina un calcolo sul livello di consumo che ci si attende da quel radiatore. Per evitare che vengano modificati i parametri, si possono installare teste termostatiche antimanomissione.

Il meccanismo che permette la regolazione del flusso d’acqua

Diamo un’occhiata alla valvola termostatica per capire come fa a regolare il flusso di acqua calda. Nella testa termostatica c’è un liquido che si espande o si ritrae a seconda della temperatura che viene impostata. Se all’esterno la temperatura si alza, il liquido tenderà ad espandersi spingendo un otturatore che progressivamente ridurrà fino a chiuderlo, il flusso dell’acqua calda diretto al radiatore. Quando la temperatura scende avviene l’esatto contrario.

Oggi in commercio esistono valvole dotate di un timer in modo da programmare il riscaldamento per punto zona in maniera precisa. Un ulteriore aggiornamento tecnologico ha portato alla possibilità di disporre di valvole termostatiche domotiche grazie alle quali la temperatura ideale si gestisce da remoto.