Quando conviene ricorrere ai mobili salvaspazio

La scelta di puntare sui mobili salvaspazio non è solo estetica, ma anche pratica: con questo espediente, infatti, si può optare per complementi di arredo eleganti e non ingombranti, il che si traduce nell’opportunità di ottimizzare gli spazi e di sfruttarli nel migliore dei modi possibile. Per le abitazioni piccole sono perfette, per esempio, le cucine a scomparsa, che si caratterizzano per la presenza di ante che consentono di nasconderla in caso di necessità. Compatte e gradevoli, presentano ante che scompaiono all’interno dei vani laterali: sono cucine consigliate per chi non ama le soluzioni a vista, sia nel caso in cui siano componibili, sia nel caso in cui siano monoblocco.

Sul catalogo di Protek Design è facile scoprire un vasto assortimento di soluzioni a scomparsa, studiate con attenzione dai designer per soddisfare qualunque genere di necessità. Tra queste non possono non essere menzionati i letti a scomparsa, che offrono l’occasione di dare vita a zone per la notte vere e proprie senza che si sia costretti a rinunciare a metri quadri utili di giorno. In una cameretta, quindi, si può pensare di collocare un letto trasformabile o un letto abbattibile: in entrambi i casi, si ha a che fare con un prodotto che permette di salvaguardare lo spazio a disposizione senza rinunciare alla funzionalità tipica di un letto classico. Insomma, la comodità del riposo viene garantita sempre e comunque.

Cucine a scomparsa e non solo

Non si pensi che il ricorso a un letto a scomparsa implichi dei compromessi o dei sacrifici dal punto di vista del comfort: tutti i letti trasformabili sono muniti di rete a doghe e in grado di ospitare e accogliere qualsiasi tipo di materasso si desideri. Volendo, li si può utilizzare tanto in inverno – con il piumino e la coperta – quanto in estate. Funzionali e pratici, i letti abbattibili assicurano la stessa comodità di un letto fisso ma vantano meccanismi tecnologici per le strutture di base a scomparsa in virtù dei quali l’apertura e la chiusura si rivelano decisamente agevoli. Sono tanti i metri che si recuperano in una singola stanza: forse non è come avere a disposizione un locale in più, ma quasi! Merito di studi attenti e meticolosi, ma anche di tecnologie innovative.

Insomma, come si può notare i mobili trasformabili trovano spazio davvero in ogni angolo della casa, dal soggiorno alla mansarda, passando per la taverna o la camera da letto. Tornando alle cucine a scomparsa, se ne possono apprezzare i pregi in qualunque situazione: pur essendo racchiuse all’interno di un armadio contenitore, propongono tutto ciò di cui si può aver bisogno ai fornelli. Tutti gli elementi sono integrati in maniera decisamente funzionale, senza rischiare che lo spazio possa essere sprecato. I vani contenitori, i piani di lavoro, gli elettrodomestici: non c’è componente che non venga progettata e messa a punto tenendo conto dei bisogni concreti di chi è destinato a vivere in quegli ambienti.