Curare i disturbi sessuali con una sessuologa a Torino

Published by:

psicologia

psicologiaI disturbi sessuali che possono essere alleviati e curati con il supporto e la consulenza di una sessuologa a Torino sono diversi, dall’impotenza all’eiaculazione precoce, passando per l’eiaculazione ritardata e il vaginismo. Ognuno di essi, in effetti, ha origine anche in motivazioni di carattere psicologico: per questo è importante affidarsi a una professionista (per esempio consultando il sito www.psicologatorino.net) in grado di fornire tutti gli strumenti necessari per trovare una soluzione al problema.

Di certo, il più comune tra i disturbi sessuali tra gli uomini è l’eiaculazione precoce: chi ne soffre non è in grado di esercitare sul proprio riflesso eiaculatorio un controllo volontario. Viceversa, le persone che hanno a che fare con l’eiaculazione ritardata provano un desiderio urgente per la scarica orgasmica, ma non riescono a eiaculare come vorrebbero. Anche le donne possono rivolgersi a una sessuologa a Torino, considerando che le disfunzioni sessuali femminili, come il vaginismo e la disfunzione orgasmica, non solo sono poco piacevoli, ma sono anche in grado di compromettere la qualità della vita di chi deve farci i conti. In particolare, il vaginismo presuppone la chiusura della vagina al momento della penetrazione, mentre la disfunzione orgasmica consiste in una notevole difficoltà ad arrivare all’orgasmo a dispetto di una lubrificazione abbondante. Non bisogna dimenticare, poi, la disfunzione sessuale femminile propriamente detta, per la quale si verifica una carenza di sensazioni erotiche.

Il ricorso a una sessuologa a Torino si rivela fondamentale, poi, per chi si trova ad affrontare la disforia di genere, vale a dire quella condizione per cui il sesso di nascita, definito dai genitali esterni, è completamente o parzialmente discorde rispetto al sesso codificato dal cervello. Entrando nello specifico, vale la pena di mettere in evidenza il fatto che la disforia o non conformità di genere non può essere considerata in sé e per sé uno disturbo, ma deve comunque essere trattata poiché può essere foriera di una situazione di grande stress.

Si distingue tra disforia di genere negli adolescenti e negli adulti, disforia di genere nei bambini, disforia di genere altrimenti specificata e disforia di genere non altrimenti specificata. Nei bambini questo tipo di anomalia si presenta con sintomi che possono differire a seconda dei casi: le femmine, per esempio, affermano di avere il pene o sono convinte che crescerà loro, e inoltre si rifiutano di urinare sedendosi; i marchi, invece, dicono di essere disgustati dai propri genitali o sostengono che vorrebbero non averli. Per quel che riguarda gli adulti e gli adolescenti, questa anomalia porta al desiderio di fare a meno dei caratteri sessuali primari e dei caratteri sessuali secondari: non di rado, si vuole ricorrere a un intervento chirurgico o, comunque, a una procedura che preveda l’assunzione di ormoni ad hoc per la transizione.

Playstation 4: tutte le novità del firmware 3.50

Published by:

ps4

Sony ha svelato le novità e le funzioni aggiuntive del firmware 3.50 di Playstation 4.
Nome in codice “Musashi” uscito in closed beta martedì 2 marzo. Per tutti coloro che ancora non sono riusciti ad averlo, ecco le funzioni chiave.

Continue reading

Perché è importante il trust patrimoniale

Published by:

trust-patrimoniale

trust-patrimonialePer cogliere l’importanza del trust patrimoniale, si può fare riferimento al sito Trustpatrimoniale.com, dove vengono spiegate tutte le informazioni che è bene conoscere in proposito e dove, ovviamente, ci si può avvicinare concretamente a questo istituto grazie alla consulenza di una società specializzata. Il punto di partenza per un’analisi dettagliata, in ogni caso, non può che essere una panoramica sul funzionamento di tale strumento, che – a dire la verità – è molto meno complicato di quel che si potrebbe immaginare.

Trust patrimoniale: ecco come funziona

In un trust patrimoniale, il disponente, che è noto anche con la definizione di settlot e che non è altro che il soggetto che ha intenzione di proteggere il proprio patrimonio, individua un trustee: questa figura corrisponde al gestore, cioè a colui a cui spetta la gestione dei beni che devono essere protetti. Questi beni possono essere di vario genere: può trattarsi di una somma ingente di denaro, ma anche di un quadro di valore, di una casa al mare, di un capannone, di una macchina di lusso, e così via. Una volta che ha ottenuto l’incarico, il trustee può gestire i beni come meglio crede, disponendone tenendo in considerazione, chiaramente, i limiti e le prescrizioni presenti nel mandato, cioè nella letter of wishes. In altri termini, questi beni possono essere messi in vendita o concessi in affitto da parte del trustee senza che sia necessario che il settlor dia la propria diretta autorizzazione affinché ciò avvenga. Come si può dedurre da questa breve descrizione dei meccanismi del trust patrimoniale, il gestore formalmente non è il proprietario dei beni che gestisce, anche se in realtà esercita tutti i diritti che deriverebbero da questo status. D’altro canto il settlor vede i beni uscire dal suo patrimonio.

Perché rivolgersi a J&M

J&M, che è la società a cui fa capo il sito Trustpatrimoniale.com, fa della professionalità e dell’affidabilità i punti cardine del proprio modus operandi. Il punto di partenza dei trust, e dei programmi di protezione del patrimonio in generale, è che è necessario soddisfare e assecondare gli interessi specifici della clientela: insomma, modellare un trust vuol dire anche identificare e mettere in pratica le regole più adatte all’obiettivo finale, che è – appunto – quello di proteggere uno o più beni. Tali regole sono decise dal settlor, che è colui che decide di istituire il trust, chiaramente senza prescindere dal quadro normativo in cui ci si trova a operare: il riferimento, da questo punto di vista, è non solo alle leggi italiane, ma anche e soprattutto a quelle straniere, visto che in realtà nel nostro Paese di norme specifiche ce ne sono ben poche, e tutto viene rimandato alla Convenzione dell’Aja. Risulta fondamentale mettere in evidenza, in conclusione, che lo studio di J&M offre tutti gli strumenti necessari per proteggere il patrimonio, seguendo la clientela e mettendo a disposizione dei programmi specifici, studiati ad hoc al fine di raggiungere il traguardo desiderato con la massima sicurezza.

Le agevolazioni per comprare una casa

Published by:

agevolazioni casaAgevolazioni per l’acquisto di una casa? La Legge di Stabilità 2016 ne ha introdotte alcune: vale la pena di conoscerle per capire se è possibile beneficiarne e, in qualche modo, ridurre l’impatto di una spesa tanto significativa. Ci sono, inoltre, delle differenze evidenti rispetto al passato. Per esempio, fino all’anno scorso chi essendo già in possesso di una casa ma intenzionato a venderla trovava una nuova abitazione non poteva usufruire – se non aveva ancora venduto la casa di proprietà quando andava al rogito – delle agevolazioni previste per la prima casa, e di conseguenza era tenuto a pagare l’imposta di registro pari al 9% della spesa, anche se nel giro di breve tempo la nuova abitazione sarebbe diventata anche l’unica e quindi a tutti gli effetti una prima casa. Da quest’anno non sarà più così, perché in circostanze come queste si potrà fare riferimento all’imposta di registro agevolata, corrispondente al 2% del valore catastale della casa, ovviamente a condizione che la casa di proprietà precedente venga venduta (lo si può fare nel giro di dodici mesi).

Continue reading

Perché frequentare dei corsi per manager

Published by:

umaniversitas

umaniversitasFrequentare dei corsi per manager può essere un’opportunità di grande rilevanza per tutti coloro che, in ambito professionale, sono chiamati a ricoprire un ruolo da leader. Per trarre vantaggio dalla formazione che se ne può ricavare, però, è essenziale fare riferimento a degli insegnanti affidabili e di provata esperienza: è il caso dei docenti di Umaniversitas, una realtà specializzata in questo settore, che mette a disposizione una grande varietà di opportunità al fine di assecondare le richieste più diverse e di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.  Continue reading

Com’è il mercato degli affitti a Roma?

Published by:

agevolazioni casa

Il mercato degli affitti a Roma e nel resto d’Italia attraversa un momento molto particolare: si tratta di un settore che, come si può facilmente intuire, con il passare degli anni è soggetto a una grande quantità di cambiamenti e a continue variazioni, dipendenti non solo dal contesto economico nazionale, ma da molti altri fattori. In generale, gli immobili in affitto a uso abitativo superano, dal punto di vista numerico, la compravendita di abitazioni, e questo è vero a maggior ragione in una città come Roma, che evidentemente ha una straordinaria vocazione turistica e per di più accoglie tantissime persone in via temporanea, a cominciare dagli studenti universitari.

A questo proposito, se si ha bisogno di una agenzia immobiliare a Roma a cui rivolgersi per trovare un affitto conveniente si può fare affidamento sul Gruppo Rezza, la cui rete di professionisti propone un team di consulenti qualificati e specializzati in grado di far conoscere tutte le soluzioni del caso e di segnalare le migliori opportunità in relazione alle esigenze manifestate.

Ma quali sono le ragioni per cui il mercato degli affitti a Roma e in tutte le altre città italiane conosce un periodo di floridità? Tutto è dovuto al semplice fatto che affittare un immobile è molto più semplice che non comprarlo. Alla base di tale constatazione vi sono varie considerazioni, a cominciare dal costo dei mutui nel nostro Paese, tra i più cari di tutto il continente europeo; non si può dimenticare, poi, che nell’edilizia pubblica residenziale gli investimenti sono ridotti all’osso, e anche le case popolari sono presenti in quantità limitata. Questi sono i motivi più evidenti per cui, a Roma e nelle grandi città in modo particolare, l’affitto deve essere preferito rispetto all’acquisto; non si possono trascurare, per di più, le agevolazioni previste dal punto di vista fiscale e contrattuale e in generale la semplicità delle procedure da svolgere.

Insomma, a Roma, a Milano, a Firenze e in tutto il Belpaese l’affitto viene vissuto e sperimentato, in un certo senso, come più vantaggioso sul piano economico e meno vincolante: garantisce, cioè, un grado più elevato di tranquillità e di libertà, anche in virtù dei comportamenti assunti dalle banche a proposito della concessione dei finanziamenti e dei prestiti, che ovviamente sono rilasciati meno facilmente rispetto a qualche tempo fa, e in ogni caso solo a fronte di garanzie certe e significative. Il rischio che l’offerta di affitti sia inferiore alla domanda, ad ogni modo, è da escludere, anche perché sono stati e ancora adesso sono tanti i proprietari che si sono spostati e si spostano in direzione del mercato degli affitti. Chiusa una porta, si apre un portone: questo è ciò che verrebbe da dire a proposito del mercato immobiliare.

L’’antifurto casa per difendersi dai ladri

Published by:

antifurto

Le bande di malviventi che assaltano le case sono in costante aumento e risultano essere sempre meglio organizzate. Basti pensare che, secondo il Rapporto annuale 2015 elaborato dall’’Istat, i furti in appartamento sarebbero aumentati del 18%. Proprio per questo motivo è necessario mettere a punto delle specifiche strategie di difesa che ci possano mettere al riparo dalle incursioni dei malintenzionati. Oltre al danno economico, del resto, il furto in casa può rappresentare un vero e proprio trauma psicologico per la vittima, dal quale, non sempre, è facile riprendersi. Di seguito illustreremo alcune specifiche tecniche per tenere i ladri a distanza.

In via preliminare vorremmo sottoporvi quali sono le principali circostanze che scoraggiano i ladri ad entrare in una determinata abitazione:

1- la presenza in casa di persone

2 – rumori provenienti dall’’abitazione

3 – la presenza di un antifurto

4 – la presenza di un semplice adesivo che avvisi della presenza di un allarme

I dati, lo ricordiamo, sono stati forniti da uno studio condotto da un team di criminologi della Università del North Carolina.

Alla luce di questa statistica, appare evidente che equipaggiare la propria abitazione con un efficace antifurto casa è il primo passo da compiere per tutelare se stessi e i propri cari dalle eventuali effrazioni da parte di ladri e rapinatori.

Il miglior antifurto casa sul mercato

La casa può essere difesa in due principali modi: tramite un sistema di sicurezza passivo o attivo. Porte blindate di ultima generazione e inferriate alla finestre sono degli esempi di protezione passiva; un impianto costituito da centralina, rilevatori e dispositivo di allarme, invece, è un mirabile esempio di antifurto casa assimilabile a un tipo di protezione attiva. Senz’’altro quest’’ultimo, oggi come oggi, rappresenta la tecnologia più efficace per tenere alla larga rapinatori e malintenzionati.

Altri escamotage per difendersi

Oltreché all’’installazione di un antifurto casa ad hoc, è anche possibile ricorrere ad altri escamotage per tutelarsi dall’’incursione dei malintenzionati. In primo luogo è opportuno non pubblicizzare troppo (soprattutto sui social network) il fatto che si è in procinto di partire per una vacanza. A tal fine si consiglia di lasciare qualche luce accesa ed eventualmente di chiedere a un vicino di liberare quotidianamente la buca delle lettere, in modo tale da non sottolineare con troppa enfasi che la casa è disabitata. Altro piccolo accorgimento da mettere in atto consiste nel non lasciare messaggi espliciti nella segreteria telefonica, del tipo “Siamo in vacanza” o “Siamo in ferie”.

Anche stipulare una polizza contro i furti può essere una buona tecnica da mettere in atto. In tal modo sarà possibile tutelare i beni contenuti nella propria casa e garantirsi la copertura assicurativa contro eventuali danni arrecati ai locali e agli infissi dell’’abitazione.

La denuncia alle forze dell’’ordine

Si rammenta, infine che, nel caso in cui si subisca un furto è necessario denunciare immediatamente l’’accaduto alle forze dell’’ordine. Una copia della denuncia effettuata va presentata all’agenzia assicurativa presso cui è stata stipulata la polizza.

Elisabetta Franchi, la nuova collezione

Published by:

Elisabetta Franchi

Presentata in occasione di Milano Moda Donna, la nuova collezione del brand Elisabetta Franchi per la primavera e l’estate si fa notare per un mood che fa della femminilità e dell’essenzialità i suoi tratti distintivi. Appare chiaro come la stilista abbia voluto dare vita a creazioni che si giocano in modo particolare sull’utilizzo del bianco e nero, con colori che chiamano in causa anche il blu navy, il sabbia e il corallo. Azzardati, ma mai esagerati, i tessuti, non di rado all’insegna della trasparenza e della leggerezza, in particolar modo per ciò che concerne i look da sera, valorizzati e impreziositi da dettagli lamè.  Continue reading

Luca Borromeo, una carriera nel mondo del “piacere”

Published by:

luca borromeo grinder boy

Luca Borromeo ha rilasciato alcune interviste anche negli anni passati, noi abbiamo preso i punti salienti ed abbiamo cercato di estrapolare la personalità di quest’uomo, che a detta di molti, “è impegnato nella professione più bella del mondo…”.
Nel Novembre del 2011, appare sulla rivista Amica, un’intervista in cui lui è il protagonista, a cura di Paola Tavella. All’epoca Luca Borromeo aveva 30 anni e una carriera nata nel 2007. Prima di intraprendere questa carriera, il Borromeo era un assicuratore “noioso”, questa la sua definizione.  Continue reading

Bellaria Igea Marina, gli eventi clou dell’estate 2016

Published by:

bellaria igea marina

Per parlare degli eventi clou della stagione estiva 2016 che si terranno a Bellaria Igea Marina, partiamo dal mese di aprile, dato che la stagione si è allungata rispetto agli altri anni.
Il giorno 17 aprile 2016, si terrà la gran fondo cicloturistica di Bellaria Igea Marina, che è arrivata alla sua 13° edizione, nell’ambito dell’11° trofeo Ivan Pintabona. Sarà un’occasione speciale per fare un soggiorno sportivo in riva al mare, con la possibilità di scoprire degli itinerari cicloturistici del magnifico entroterra che circonda Bellaria, con tutti i gradi di difficoltà. L’evento è organizzato dalla fondazione Verde Blù e dall’associazione Mareterra.  Continue reading