Camerette salvaspazio

Published by:

salvaspazio-camerette

salvaspazio-cameretteLa cameretta è il luogo di elezione dei bambini, il loro piccolo scrigno dove poter essere sé stessi e sentirsi liberi di esprimere la propria personalità. Spesso, però, capita che le stanze di una casa siano di piccole dimensioni e che, quindi, non si riesca a ricavare una cameretta molto spaziosa per i suoi piccoli inquilini. Altre volte, invece, magari la cameretta è più ampia ma comunque i bambini sono in due o in tre, quindi c’è la necessità di ottimizzare tutti gli spazi possibili. In questo caso servono delle vere e proprie camerette salvaspazio, ideali per contenere tutti gli averi dei bambini senza rinunciare ad avere una metratura vivibile dove leggere, giocare, sognare.

Camerette salvaspazio: qualche idea per ottimizzare piccoli ambienti

Se l’inquilino della camera è uno solo, ma essa non è molto grande, si può pensare ad una soluzione che si sviluppi in altezza, occupando anche le zone in alto della stanza. Per questo esistono dei letti a soppalco, ideali per incassare sotto di essi la scrivania. Il letto, così, esce fuori dalla metratura della stanza in sé, dal momento che è su un altro piano spaziale, quindi può darsi che rimanga una zona vivibile e priva di mobili al centro della stanza, in modo tale da dare l’idea di un ambiente più arioso e luminoso. Accanto al letto a soppalco, sempre in alto, si possono anche attaccare delle mensole sulle quali riporre i libri o una lampadina per leggere, così attorno al letto si crea un piccolo microcosmo nel quale non si ha più nessun bisogno di scendere in basso, perché si ha tutto a portata di mano.
Per quanto riguarda i letti, però, si può adottare anche un’altra soluzione, ovvero quella del letto contenitore.
In queste strutture il materasso si solleva e sotto il letto, anche singolo, c’è moltissimo spazio per riporre oggetti come giochi, coperte o cambi di stagione. Sotto il letto contenitore possono trovare rifugio anche scarpe o altri oggetti ingombranti che toglierebbero spazio nella stanza.
Nel caso di due figli si può pensare alla soluzione di un letto estraibile, composto di una rete singola sotto il letto che ogni notte può essere estratta. La mattina il letto torna sotto l’altro, cosicché possa esserci un solo letto a vista, magari arredato con dei cuscini e facente la funzione di divano.

Scrivanie e librerie salvaspazio: come installarle senza rinunciare al giusto spazio in cameretta

La scrivania è un altro dei mobili fondamentali in una cameretta, ma a volte si deve rinunciare a delle scrivanie troppo ingombranti per lasciare spazio a tavoli più snelli.
Chi è in cerca di scrivanie salvaspazio può scegliere la soluzione di una scrivania incassata, ad esempio all’interno di un armadio a ponte oppure di una libreria. Anche le scrivanie pieghevoli o a estrazione sono un’idea perfetta per risparmiare spazio: ponendo una di queste scrivanie contro il muro, essa si può aprire o chiudere all’occorrenza liberando la stanza da un ingombro quando essa non viene utilizzata.
In una stanza con letto a soppalco la scrivania può stare sotto il letto, ma si può pensare anche di creare una scrivania angolare, in modo da realizzare un tavolo più snello e sottile perché più allungato e sviluppato con una forma a L.
Per quanto riguarda librerie o mensole adatte a contenere libri o giocattoli, se non si ha sufficiente spazio per installare una vera e propria scaffalatura si può pensare a delle mensole, magari sopra la scrivania o sopra il letto. Le mensole sono utili per poggiare, ad esempio, i libri di scuola o di lettura, ma anche peluche, costruzioni o altri oggetti dei bambini, che altrimenti rimarrebbero sul pavimento creando disordine.

L’armadio, le scarpiere e le cassettiere fanno la differenza per una cameretta salvaspazio

Gli armadi sono dei mobili ai quali proprio non si può rinunciare, ma come coniugare l’esigenza di un armadio quattro stagioni con una cameretta che ha poco spazio?
Una delle soluzioni più praticate è sicuramente quella dell’armadio a ponte. Questo mobile permette di incassare al suo interno una scrivania o un letto, addirittura un letto singolo con rete estraibile sotto, quindi è molto comodo anche in stanze dove ci siano due bambini. Il vantaggio dell’armadio a ponte è che esso si sviluppa in altezza, quindi non toglie spazio alla stanza e lascia ampi metri quadrati al centro dell’ambiente.
Un’altra accortezza da tenere è quella di non comprare armadi con ante apribili a 90 gradi, ma piuttosto preferire armadi con ante scorrevoli, cosicché il volume dell’armadio sia l’unico ingombro presente nella stanza.
Al loro interno, gli armadi salvaspazio vanno organizzati con dei ripiani e se non ci sono si possono sempre acquistare degli organizer di tessuto per suddividere lo spazio tra i figli che vivono nella cameretta.
Si può anche pensare di non installare un vero e proprio armadio, quanto piuttosto delle cassettiere o delle piccole ante negli angoli della stanza, lasciando al centro molto più spazio libero. Le scarpiere sono un mobile che non sempre è previsto nelle camerette, ma spesso i ragazzi sono disordinati e nelle camerette molto piccole questo può rappresentare un problema. Una scarpiera può essere un mobile perfetto per mettere ordine e creare spazio nelle piccole camerette, soprattutto se installate dietro le porte, quindi in un luogo che rimarrebbe altrimenti inutilizzato.

Tutte queste soluzioni riguardo alle camerette salvaspazio per i bambini sono proposte a Roma da Design 360. Recandovi in negozio con la planimetria e la metratura della stanza destinata ai vostri ragazzi potrete ricevere da esperti progettisti la realizzazione con un innovativo software 3D di proposte di arredo belle, comode e funzionali.

Cosa fare in caso di emergenze di natura idraulica a Roma

Published by:

perdite-acqua

perdite-acquaNella caos della Capitale dove solo lo spostarsi da un quartiere all’altro è sinonimo di non sapere quanto tempo occorrerà per arrivare, trovare un idraulico che possa rispondere prontamente a qualsiasi emergenza di natura idrica, pare essere una pia illusione.
C’è però una formidabile eccezione rappresentata da un più che efficiente e qualificato   servizio di pronto intervento idraulico, disponibile in 60 minuti in tutta la città di Roma che risponde al nome di  pronto intervento idraulico a Roma.

Ad ogni problema la sua soluzione

Problemi di natura idraulica possono presentarsi in qualsiasi momento del giorno e della notte e non ci sono feste di nessun tipo: quando qualcosa si rompe, non avvisa di certo e non rispetta orari e convenzioni. Potrebbe trattarsi di una perdita in qualche tubazione nascosta che non rende evidente dove si trovi il guasto; oppure qualche intasamento che ostruisce il normale deflusso delle acque reflue o,anche, un danno alla caldaia che potrebbe essere calcificata e che ne impedisce il funzionamento e via dicendo.
Ma ogni problema, per quanto grave e per quanto necessiti un intervento, ha la sua soluzione che deve essere trovata da un idraulico professionista che abbia maturato la sua esperienza in anni di attività.

Prevenire e curare

Si pensa a quanto si sarebbe potuto fare solamente dopo che ci si è resi conto di cosa provochi un danno di qualsiasi natura idraulica. E’ a quel punto che si pensa all’assistenza necessaria onde evitare il sopraggiungere dei problemi e delle loro conseguenze. Ma se non si è prevenuto in tempo, l’unica chance che resta è quella di curare il danno e per questo occorre avvalersi del background di artigiani che si sono specializzati in questo settore legato all’idraulica.

Competenza, immediatezza e convenienza

Quando si devono affrontare questi contrattempi è necessario –se non addirittura fondamentale- rivolgersi a chi possa garantire assoluta competenza nel saper identificare il problema e scegliere la soluzione che ottimizzi il suo intervento. Oltre a questo, l’immediatezza della risposta è un’altra caratteristica che ha la sua importanza soprattutto in una metropoli come Roma dove poter intervenire nel giro di un’ora dalla chiamata è sicuramente una peculiarità di assoluto valore aggiunto. Se a queste due prerogative si aggiunge una terza che è rappresentata dalla convenienza della spesa, si può senza dubbio affermare che si sia raggiunta la cosiddetta ‘quadratura del cerchio’.

Avere un punto di riferimento allo stesso modo con la quale si ha il medico di fiducia, il proprio commercialista, il meccanico amico ect. , è certamente una cosa da tenere in debito conto per avere un professionista sempre disponibile nel momento del bisogno che non deve essere per forza legato a qualche inconveniente. Godere di un servizio più che rapido che vi stupirà insieme alla competenza professionale espressa dal tecnico che sarà inviato dal centro assistenza, avrà in più la sorpresa di un costo decisamente onesto.

Investire in diamanti: quali sono i vantaggi

Published by:

investire-in-diamanti

investire-in-diamantiMolte sono le opportunità per coloro che vogliono investire i propri risparmi per realizzarci dei profitti. Il panorama delle possibilità includono i titoli di Stato che, seppur concedono degli interessi microscopici, sono da sempre considerati come ‘garantiti’ e al di sopra di ogni sospetto. Bot, CCT e altri titoli fondiari, hanno fatto la storia del risparmio in Italia che, proprio in questo settore finanziario, è una delle nazioni che primeggia.
Si può affermare, senza alcuna incertezza, che l’Italia è patria del risparmio anche se in alcuni casi, a questa sorta di investimento sicuro ma non propriamente redditizio, è subentrata l’idea dell’investimento teso a far guadagnare in modo più remunerativo.
Ne sanno qualcosa i tanti italiani che hanno investito in titoli azionari confidando in suggerimenti avuti o nel proprio istinto e che hanno visto da un momento all’altro, liquefarsi i risparmi di una vita o i capitali guadagnati con il proprio lavoro.
Il brivido di puntare su delle azioni per assecondare il miraggio di diventare ricchi, è spesso foriero di cattive scelte che sono quelle di aver puntato sul cavallo sbagliato. E se con la diffusione esponenziale di internet, molte persone si sono fatte attrarre dalla facilità di operare in diretta con il proprio device pensando di trasformarsi nel Gordon Gekko del film Wall Street, in questo presente la stessa cosa accade con chi si cimenta con il Forex dove i rischi sono sempre dietro l’angolo.

Investimenti sicuri

Per sapersi tranquilli e mettere al riparo le proprie risorse, un classico percorso è sempre stato quello di investire sul mattone. Possedere immobili, oltre a quello nel quale si vive,  ha rappresentato per decenni un formidabile investimento perché, mettere a reddito lo stesso significava non disperdere il proprio capitale (che semmai, aumentava di valore) e monetizzare una certa entrata mensile derivante dall’affitto che si andava a riscuotere da chi ne usufruiva. Questa forma di reddito è venuta meno per tutta una serie di problematiche che riguardano una sempre più alta tassazione unita alla scarsa garanzia di vedere il canone di locazione regolarmente pagato per via di una crisi economica che ha messo a terra tante attività e che ha lasciato a spasso migliaia di lavoratori.
Scartata anche la opportunità di investire sul mattone ai giorni nostri, il mercato del risparmio si riversa su quelli che sono da sempre definiti beni certi come oro e preziosi.

Generalmente il bene-rifugio lo si coniuga con il prezioso metallo che risulta inalterabile nel tempo. Il mercato, per quanto possa subire delle variazioni dettate da momenti congiunturali, considera l’oro una certezza e chi lo possiede può dormire sonni sicuri. Ma l’oro, per quanto inamovibile bene, presenta il problema di dove essere custodito.
Molto meno problematica la soluzione di questo problema logistico appare a coloro che hanno deciso di investire in diamanti in quanto ingombro e peso di gemme che possono rappresentare anche valori significativi è talmente minimo che riduce anche il problema legato allo spazio dove custodirle e nel trasportarle.

Sport a Madonna di Campiglio

Published by:

sport-a-madonna-di-campiglio

sport-a-madonna-di-campiglioRidurre Madonna di Campiglio a sola località dedicata agli sport sulla neve, è sicuramente un errore. In ogni periodo dell’anno, il prestigioso paesino offre un vastissimo panorama di attività sportive che consentono di soddisfare ogni tipo di interesse. Vediamo cosa è possibile fare oltre tennis, nuoto e pattinaggio.

Arrampicata

Il gruppo delle Dolomiti di Brenta permette di effettuare sia l’arrampicata sportiva che quella classica. Le pareti ed i pilastri che conducono alle guglie, sono riservate per tutti coloro (esperti o appassionati) che vogliono provare l’ebbrezza dell’arrampicata. Chi si vuole cimentare con questo sport può chiedere l’aiuto delle guide alpine che insegneranno le tecniche migliori per fare il climbing, cominciando dai corsi di roccia che caratterizzano le vie normali. I più esperti, invece, possono chiedere aiuto per percorsi più impegnativi che hanno rese famose La Preus, la Maestri Alimonta sul Campanil Basso, la Detassis sulla Cima Brenta Alta e la via delle Guide sul Crozzon di Brenta.

Via Ferrata

Le Dolomiti di Brenta presentano un significativo sistema di vie ferrate di tutte la Alpi che si chiama Via delle Bocchette.
E’ in pratica un reticolato di attrezzati sentieri che investe tutto il gruppo anche grazie a delle minuscole cenge aeree che consento anche ai non esperti, di vivere questa esperienza. Le guide alpine offrono una serie di escursioni dove insegneranno l’utilizzo ideale della necessaria attrezzatura.
Tra le vie ferrate si evidenziano: Sentiero Ettore Castiglioni, Sentiero Ottone Brentari, Sentoero Alfredo Benini, Sentieri G.Vidi, Sentiero Oliva Detassis, Sentiero delle Bocchette che si divide tra Bocchette Centrali e Bocchette Alte.

Golf

Per uno sport decisamente più rilassante, Madonna di Campiglio e la Val Rendena propongono due campi da golf: il primo a Campiglio e il secondo tra Caderzone Terme e Bocenago.
Il primo è il Golf Club Campo Carlo Magno e risulta essere tra i più antichi e più alti campi da golf in Europa. Incorniciato da verdissimi boschi a 1650 metri di altitudine, regala una vista meravigliosa sulle Dolomiti per tutto l’intero percorso a 9 buche lungo 5469 metri disegnato nel 1921 da Henry Cotton.
Il Golf Club Val Rendena è un recente campo da golf che si dipana sui prati del parco fluviale che da Strembo porta a Bocenago. Offre un percorso 9 buche par 35

Parapendio

Gli amanti di sport adrenalinici troveranno interessante gettarsi dai 2100 metri del Doss del Sabion per planare dolcemente sulla Val Rendena. Anche chi non è pratico può alimentare il sogno di Icaro volando su un parapendio biposto in compagnia di un qualificato istruttore.

Dog Trekking

Direttamente dal Nord America è arrivato anche a Campiglio il dog trekking, ossia vivere la montagna camminando attaccati ai cani tramite un imbrago allacciato in vita. Come è facilmente  intuibile è questa un’attività sportiva che possono fare tutti dal momento che il cane che verrà assegnato, è perfettamente addestrato e abituato a condurre in modo docile la persona trainata. Questa pratica viene offerta nel periodo che va da aprile fino ad ottobre solo su prenotazione con partenza da San Lorenzo in Banale  fino ad arrivare a Campiglio.

Pesca

Laghetti, fiumiciattoli e torrenti alpini sono l’ideale per vivere delle intense giornate dedicate alla pesca. A Madonna di Campiglio, Pinzolo e in tutta la Val Rendena si trovano punti per la pesca a mosca e spinning, gestite dalle locali associazioni di pescatori. Altri punti limitrofi sono quelli dell’Alto Sarca, Basso Sarca, Alto Chiese, Val di Sole, Val di Non e Primiero.

Equitazione

Non poteva mancare l’opportunità di scoprire le Dolomiti attraverso delle incredibili passeggiate a cavallo in compagnia di istruttori della Val Rendena e di Pinzolo, dove si trovano i maneggi dove prenotare una escursione all’interno del Parco Naturale Adamello-Brenta. Anche in questo caso, per i neofiti gli istruttori sono disponibili a mostrare i primi approcci con il cavallo e ad insegnarti le più elementari tecniche di cavalcata. E, per i più piccoli, le passeggiate possono essere fatte su docilissimi pony.

Maggiori informazioni per le tue vacanze in Trentino le trovi sul sito Igrandiviaggi.it.

Il gioco d’azzardo patologico e le possibili cure

Published by:

gioco-dazzardo

gioco-dazzardoIl Gioco d’Azzardo Patologico (GAP), chiamato anche azzardopatia, è stato riconosciuto ufficialmente come patologia nel 1980, tra i disturbi di controllo degli impulsi: consiste in un persistente comportamento di gioco, talmente ricorrente e maladattivo da influenzare negativamente la vita personale, familiare e lavorativa di chi ne soffre.

Spesso questo disturbo è collegato a stati di forte stress e può dar luogo anche a problemi nella sfera affettiva e sessuale, oltre ad essere talvolta associato a consumo di droghe e/o alcool. Può concorrere inoltre all’insorgenza di malattie come ipertensione, emicrania o ulcera peptica.

Sintomi e Diagnosi

Il GAP viene generalmente definito una “dipendenza senza sostanza“: non sempre è facile individuare il problema, ma esistono dei segnali chiaramente riconoscibili. La diagnosi si basa essenzialmente sul riscontro dei seguenti sintomi:

– Il pensiero del soggetto è costantemente rivolto al gioco, con continui rimandi alle partite già giocate, programmi per i prossimi giochi, organizzazione del denaro da spendere in gioco,

– Il gioco è collegato a problemi personali, con la speranza di ridurne il disagio (come ad esempio sensi di colpa, di impotenza, ansia etc)

– Il soggetto ha tentato più volte di smettere o ridurre il gioco senza successo

– Per raggiungere l’eccitazione da gioco è necessario investire somme di denaro sempre più consistenti

– Il soggetto mente alla propria famiglia, agli amici e ai parenti, per nascondere la sua dipendenza dal gioco

– Vengono messe a repentaglio situazioni significative di fronte alla necessità di giocare, magari perdendo una relazione importante, un lavoro o altre opportunità

– Vengono commesse azioni illegali, come ad esempio frodi o furti, per poter continuare a giocare denaro

– Si chiede il sostegno degli altri per cercare una soluzione alla situazione economica tragica causata dalle perdite al gioco.

Possibili cure

La problematica del Gioco d’Azzardo Patologico richiama molta attenzione, in quanto sembra sia diffusa ormai in modo preoccupante. Esistono anche delle campagne sociali che intendono sensibilizzare in merito a questo disturbo ed aiutare coloro che ne soffrono.

Nonostante le difficoltà nel riconoscere il disagio ed affrontarlo in modo adeguato, esistono diverse cure e trattamenti di cui è stata provata l’efficacia in modo scientifico. Le opzioni tra cui scegliere sono diverse e devono essere personalizzate in base al singolo caso. In linea generale, l’aiuto principale può arrivare da percorsi mirati di psicoterapia, in particolare con orientamento cognitivo comportamentale. Le sedute possono essere affiancate anche dall’uso di alcuni farmaci, come ad esempio gli SSRI o gli stabilizzanti dell’umore, che sono in grado di agire sull’impulsività, coadiuvando il lavoro dello psicoterapeuta, che rimane fondamentale.

Proprio per questo è necessario scegliere un professionista che sia in grado di indicare il percorso più adatto per ogni individuo. Ad esempio, un ottimo psicologo a Treviso è il dottor Michele Canil: come si può leggere nel suo sito www.michelecanil.it si tratta di un terapeuta che segue la linea di Psicologia dei Costrutti Personali, con un approccio non invasivo alla psicoterapia, in grado di trattare al meglio tutti i principali disturbi dell’umore, stress-correlati e che creano dipendenze, ta i quali rientra appunto il Gioco d’Azzardo Patologico.

4 ragioni per le quali utilizzare le audioguide ai musei conviene

Published by:

audioguide-musei

Le audioguide musei, progettate per fornire ai visitatori istruzioni e commenti, in una o più lingue, si sono rivelate, negli ultimi anni, in grado di aumentare l’interesse e il flusso dei visitatori, farli sorridere, catturando la loro attenzione con immagini, condividendo con loro grandi storie.

Ma a parte questi vantaggi, intuibili, ecco altre 4 ragioni per le quali l’utilizzo delle audioguide ai musei davvero conviene. Continue reading

Cosa si intende per abbigliamento classico da donna?

Published by:

gonna-tubino-rosso-felpa-inverno-2017-monica-magni

gonna-tubino-rosso-felpa-inverno-2017-monica-magniTi è mai capitato di dover dare una definizione al termine “abbigliamento classico da donna”? Con tale termine, si intendono i vestiti, che per decenni sono stati popolari e che lo sono tutt’ora.

Il classico è uno stile che non diventa mai fuori moda: un must per ogni donna.

Quali sono i capi che non tramontano mai?

Gonne a tubino: abbinate a una camicia formale e tacchi alti rappresentano l’abbigliamento classico professionale delle donne, che fa girare la testa anche oggi! Immancabili in ogni guardaroba che si rispetti, hanno una versatilità incredibile e possono essere di vario tipo: sopra al ginocchio o longuette. In tinta unita o con le fantasie più disparate, ben si prestano alla declinazione con ogni tessuto.

Camicia bianca: dal gusto raffinato e versatile, questo indumento si abbina facilmente a qualsiasi stile creando a seconda della combinazione un look ogni volta differente! Indossata con pantaloni neri e un elegante stringa di perle si è prontissimi per la partecipazione a riunioni e meeting aziendali; abbinata ad un paio di jeans e a un orologio sportivo, per un look fresco e casual! Cotone e lino sono i tessuti utilizzati più frequentemente per realizzare le camicie classiche da donna bianche mentre, per quanto riguarda la linea e le forme, sono tante le varianti disponibili: dalle camicie a manica corta a quelle a manica lunga, elasticizzate o dalla larga vestibilità.

Tubino nero: tutte le donne dovrebbero avere uno! Indossato con un il giusto make up, rappresenta la scelta ideale quando si deve partecipare ad un party e non si sa cosa indossare! Non c’è altro abito da cocktail che ti farà sembrare femminile come un tubino nero indossato con la giusta quantità di accessori e trucco. È un capo versatile, raffinato e senza tempo. Ogni donna deve solo trovare quello più adatto alle proprie forme.

Vestito da giorno: ogni armadio deve contenere un abito da giorno che può essere indossato in qualsiasi occasione: in ufficio, per il tempo libero, per le commissioni quotidiane ecc.. Basta solo scegliere la lunghezza e lo stile in base al tipo di corpo. Abbinabili con tacchi alti, per una festa o con sandali e scarpe comode, per tutti i giorni.

Jeans: sexy, ma allo stesso tempo pratici e semplici, i jeans rappresentano quello che si può definire un vero classico poiché, mai e poi mai, passano di moda! Da indossare con una t-shirt e scarpe sportive per le occasioni informali o con i tacchi alti, una camicetta di seta e gli orecchini lampadario per un’uscita elegante. Tanti i modelli tra cui puoi scegliere: da quelli femminili e skinny, a quelli più ampi e boyfriend style.

Blazer: una giacchetta elegante è in grado di ravvivare qualsiasi abito. È possibile ottenere un aspetto diverso associandolo con abiti diversi, che siano abiti da giorno, jeans, gonne, abiti da sera, ecc… In tessuti morbidi e dalle svariate fogge completa ogni tuo outfit come un semplice cardigan, ma donandoti quel tocco di eleganza proprio delle giacche.

Trench Coat: un vero evergreen nel mondo della moda classica. Ideale per le mezze stagioni, da portare chiuso in vita con la cintura, o slacciato, per un look più disinvolto, il trench ha conquistato negli anni donne di tutto il mondo. Lunghi o corti, presentano sempre il caratteristico doppio petto, lo spacco posteriore, le maniche risvoltabili.

Se ami l’abbigliamento classico, ti consigliamo di scoprire la collezione Monica Magni di Carpi (Mo).

L’importanza del made in Italy

Published by:

tuta-pizzo-pantalone-palazzo-scollata-schiena-monica-magni

tuta-pizzo-pantalone-palazzo-scollata-schiena-monica-magniUna produzione italiana è da sempre sinonimo di qualità e di stile. Nel campo della moda, infatti, il Made in Italy è una delle caratteristiche capace di fare la differenza tra un semplice capo d’abbigliamento ed un capo di moda.

È noto a tutti che l’Italia è sinonimo di fascino ed eleganza. Gli italiani sono famosi in tutto il mondo per il loro stile che, anche quando sono vestiti con semplicità, riesce a distinguerli.

La moda è una cosa seria e gli italiani possiedono una vera e propria reputazione per essere stylish.

Dall’antica Roma fino ai giorni nostri

I tessili sono stati tra i primi prodotti italiani a farsi conoscere e apprezzare all’estero, aprendosi al mercato globale secoli fa. Già nell’antichità, la moda romana riuscì ad oltrepassare i confini dell’impero conquistando il gusto di donne e uomini di terre lontane.

Successivamente fu il Rinascimento a segnare un’altra importante fase di successo per la moda italiana, anche grazie alle nobildonne italiche che, sposando nobili di altre nazioni, portavano nelle corti europee il proprio stile.

Oggigiorno il tessile rappresenta un’importante voce dell’economia italiana e, se il tessile è indubbiamente il settore di punta dell’ambito moda, lo stile è fatto anche degli accessori che corredano l’abito.

La moda italiana nella Grande Mela

Non c’è alcun dubbio: gli americani subiscono il fascino dello stile italiano e, in modo particolare a New York, la moda italiana possiede un posto di eccellenza. Tra le scintillanti vetrine del Fashion District, infatti, i marchi italiani non si contano e nel guardaroba di star e vip della Grande Mela non manca mai un capo Made in Italy.

Innovazione e tradizione collegate dal filo della qualità e del gusto italiano. Come spesso accade quando si parla di Made in Italy, si evince che la moda non è soltanto un settore di business, ma vuol dire anche cultura, storia e uno stile di vita che ha tutto il sapore dell’Italia più bella.

Il Made in Italy è un patrimonio culturale, con radici ben piazzate nella storia. Tutto il mondo è certo che la vera moda italiana sia la migliore in assoluto e che la creatività sia un tratto distintivo del popolo italiano.

lo stile italiano è sempre stato e resterà unico e gli artigiani italiani hanno una creatività introvabile in tutto il mondo che bisogna cercare di esportare. Questo, anche perché, attualmente il trend va verso prodotti dietro cui il cliente vuole percepire una storia. Chi compra, infatti, vuole sentire nel capo la storia del tessuto, le mani che lo hanno prodotto.

Made in Italy non significa soltanto che il prodotto è di fabbricazione italiana, ma che è il frutto dell’ingegno italiano, che chi l’ha pensato è italiano. Di conseguenza, il cliente si aspetta di rapportarsi con italiani.

Nel corso degli anni, l’Italia, grazie all’eccellenza, alla qualità, alla passione e ad uno stile inconfondibile, ha dimostrato di essere in grado di conquistare il mondo, soprattutto l’America.

Se sei un rivenditore di abbigliamento femminile, amante della moda, di capi raffinati e rigorosamente Made in Italy e vorresti ampliare le tue collezioni, ti consigliamo di rivolgerti allo Spaccio Monica Magni di Carpi (Mo) per diventare rivenditore del brand.

Il tuo idraulico di fiducia a Forlì Cesena

Published by:

redazionale-1

redazionale-1La Termoidraulica di Fabio di Rienzo è stata fondata cinquant’anni fa dall’idraulico Domenico di Rienzo, padre di Fabio di Rienzo. La termoidraulica operante nella provincia di Forlì Cesena è sempre stata leader nel campo termoidraulico grazie alla passione e alla costa che la famiglia di Rienzo ha messo in ogni lavoro come nella fondazione dell’azienda stessa.

Grazie all’unione della loro famiglia, sono stati in grado di affermare sempre di più il loro nome, offrendo in tutta la provincia un servizio unico e accurato a tutti i loro clienti.

L’azienda è specializzata nella progettazione, nell’installazione e nella manutenzione di impianti di condizionamento, impianti a gas, pannelli solari, impianti idraulici, antincendio e nel rifacimento di bagni completo.

Tutti i servizi che cerchi

Quando si tratta degli impianti della tua casa, non soffermarti sulla soluzione più conveniente “fai da te”, spesso non coincide con la qualità migliore e soprattutto più sicura.

Gli impianti gas, antincendio, di condizionamento o di riscaldamento, come quello solare termico, devono essere realizzati da veri professionisti specializzati. La costruzione e la progettazione di essi, richiede conoscenze approfondite, rappresentano una parte fondamentale di ogni singola casa, devono garantire un buon funzionamento e soprattutto la sicurezza di tutto l’ambiente e di chi vi si abita.

A tal proposito, la scelta dell’idraulico è fondamentale, la Termoidraulica di Fabio di Rienzo, offre vari servizi per soddisfare le esigenze dei suoi clienti come:

  • Installazione e manutenzione di impianti di condizionamento
  • Installazione e manutenzione di impianti antincendio civili ed industriali
  • Installazione e manutenzione di impianti idraulici
  • Pannelli solari termici
  • Installazione e manutenzione impianti gas e riscaldamento
  • Vendita e installazione di arredo bagno
  • Tutto ciò è realizzato con materiali di alta qualità e nei minimi dettagli
  • Assistenza a 360 gradi per garantire la cura dei lavori

La termoidraulica di Fabio di Rienzo utilizza materiali certificati e realizza ogni singolo impianto nel rispetto delle normative vigenti.

Lo Stato Italiano ha emanato varie leggi che hanno la funzione di regolamentare la costruzione e la manutenzione degli impianti gas, di condizionamento e antincendio per garantire la massima sicurezza di tutti i cittadini!

È fondamentale rispettare le leggi e per farlo bisogna fidarsi di chi esegue il lavoro. Per ciò con il passare degli anni la termoidraulica di Fabio di Rienzo ha saputo instaurare un rapporto di fiducia con tutti i suoi clienti grazie ai lavori eseguiti e all’attento servizio di manutenzione seguito periodicamente.

Solo impianti conformi con le normative vigenti

Quando installi il tuo impianto idraulico, richiedi sempre la dichiarazione di conformità, le manutenzioni idrauliche così come la messa a norma del tuo impianto gas è sempre eseguita e certificata con annessa dichiarazione di conformità da personale specializzato.

Se devi far controllare il tuo impianto affidati ad un tecnico esperto. In relazione agli impianti gas, in particolare per gli impianti gas ad uso civile, gli enti formatori e legislatori hanno rafforzato in particolare modo la convergenza tra il D.M. 37/08 e la norma di riferimento principale per gli impianti gas ad uso civile: UNI CIG 7129/08.

Il D.M. 37/08, in vigore dal 27 marzo 2008, nel caso di impianti gas ad uso civile, esistenti e privi della dichiarazione di conformità, prevede la possibilità di produrre la cosiddetta dichiarazione di rispondenza.

La nostra dichiarazione in seguito a sopralluoghi, accertamenti e relativi esiti, può essere resa sotto la propria personale responsabilità da:

– Un responsabile tecnico che ricopra tale ruolo da almeno 5 anni in un’impresa abilitata operante nel settore impiantistico cui si riferisce la Dichiarazione, nel caso di impianti che non superano i limiti descritti nell’art. 5, comma 2 del D.M. n. 37/08;

– Un progettista abilitato, che abbia esercitato la professione per almeno 5 anni nel settore impiantistico cui si riferisce la dichiarazione.

Affidati alla Termoidraulica di Fabio di Rienzo, conosciuta in tutta la provincia di Forlì Cesena.

Truck Program, rimappatura centraline professionale

Published by:

rimappatura_centralina

rimappatura_centralinaTruck Program è l’azienda che trovate anche online, specializzata nella rimappatura della centralina.
Truck Program offre servizi di rimappatura centralina mediante le migliori soluzioni software personalizzate per ogni tipologia di motore a iniezione elettronica per auto, moto, camion, lcv, bus, nautica e trattori. L’azienda vantaoltre 10 anni di esperienza nel settore delle rimappature centraline, avendo a disposizione la configurazione più adatta a tutte le esigenze e l’hardware su misura per ogni aspettativa.
Si occupa sia dei privati che delle officine, disponendo di  differenti soluzioni su ben 300 marchi.
A tutti i clienti, Truck Program offre diversi servizi su ogni categoria di veicolo: auto, moto, tir, camion, nautica, trattori che vanno dalle problematiche di FAP, EGR, SWIRL, DTC, RECOVERY, KAT, AdBlue, SCR, Start/Stop, Avviamenti Caldo, all’incremento di coppia e cavalli.
Per capire come rivolgersi a Truck Program, basta cercare il proprio veicolo nella banca dati e contattare l’azienda che a quel punto sarà in grado di offrire la migliore proposta realizzata su misura per ogni necessità.

Truck Program propone anche alle officine una collaborazione molto importante, al fine di ampliare il business,  grazie ad un sistema mirato di rimappatura centraline. Questo permette di portare in officina la migliore strumentazione e software di lettura/scrittura e tutta l’esperienza di una squadra di ingegneri specializzati nell’analisi e nella modifica dei file di gestione motore. Non solo, permette anche di conoscere My TP Program, il dispositivo per la rimappatura della centralina, uno strumento mirato al privato che vuole la libertà di potersi rimappare la propria centralina in totale autonomia. Lo strumento permette di rimappare la centralina del motore del veicolo direttamente a casa propria,garantendo gli standard di sicurezza ed il risultato delle soluzioni professionali di Truck Program.
E’ possibile verificare subito online la disponibilità di My TP Program sul proprio veicolo, inserendo le informazioni esatte nel format: categoria, marca, modello, tipo.
L’azienda dedica anche un altro servizio, File Service,  dedicato a chi possiede uno strumento master di lettura e scrittura file gestione motore. A coloro che non hanno tempo di sviluppare il file modificato o mancano di specifiche informazioni per integrare servizi mirati, l’utente può inviare  il file tramite l’apposita area riservata ed ottenere in  breve tempo il file modificato.
La mappatura con Truck Program è garantita 1 anno entro il quale è possibile effettuare eventuali correzioni e permette di dire addio ai problemi meccanici perchè assolutamente non compromette il funzionamento del veicolo.
Con Truck Program è possibile rimappare sia vetture a GPL che vetture a metano, senza alcun problema. E’ possibile rimappare anche i veicoli più vecchi purché siano dotati di iniezione elettronica e da subito è possibile rendersi conto delle migliorie apprezzabili subito dopo la programmazione senza emissioni di fumi neri.
E’ possibile contattare direttamente online Truck Program, inviando una mail o compilando il format relativo a My TP Program, oppure telefonare direttamente all’azienda che si trova in Piazza Falcone e Borsellino, 23, Bellaria-Igea Marina (RN) – Italia.
Con Truck Program è anche possibile diventare installatori compilando il modulo online e ricevendo tutte le informazioni, oppure compilare il modulo per trovare l’installatore più vicino al proprio domicilio.