Tisane Biologiche, un toccasana per la salute

Il termine “tisana” deriva del greco “ptissein”, e significa “macinare l’orzo”. In origine la tisana era un decotto di orzo macinato, successivamente le tisane biologiche sono diventate degli infusi in grado di avere effetti benefici sul nostro organismo.

Oggi più che mai sono un ottimo rimedio per lenire alcune patologie, disturbi e fastidi. Aiutano a stare meglio, a rilassare il corpo e la mente, portano equilibrio, forza ed energia.

Come per tutti i prodotti biologici, anche le tisane biologiche sono prodotti naturali, e sono quindi ottenute con sostanze e procedimenti naturali, nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente.
Le tisane biologiche sono miscele di erbe dalle diverse proprietà, che vengono unite in base alla propria efficacia a cui si aggiungono anche dolcificanti naturali ed aromi naturali.

Perchè la tisana?

La tisana a differenza del decotto e dell’infuso, viene preparata attraverso l’estrazione dei principi attivi solubili delle piante messe in infusione che si possono preparare con i semi, i fiori, i frutti, le foglie, le cortecce, le radici delle diverse piante.
Le tisane si consumano calde, la temperatura ideale è quella che più si avvicina alla temperatura corporea, si possono dolcificare a piacere (tranne quelle depurative che devono essere bevute amare) e si può aggiungere anche una scorza si arancio o di limone.  Le tisane biologiche possono essere un rimedio contro il raffreddore? Certamente, le tisane biologiche possono anche essere un ottimo rimedio contro il raffreddore. Potete preparare una deliziosa tisana calda biologica, con foglie di eucalipto e timo.

Quanti tipi di tisane biologiche esistono?

Le tisane biologiche per infusione: fiori, foglie, bacche, vengono lasciate in acqua bollente per circa dieci minuti. Ricordiamo però che le piante non vanno bollite perchè perdono i loro principi attivi. Chi segue una dieta raw, ovvero una dieta vegan-crudista, sa bene che gli infusi non devono superare la temperatura di 42°, proprio per restare “vivi”, quindi l’acqua deve essere tiepida e non bollente.

Le tisane biologiche per decotto: in questo caso vengono utilizzate le parti più dure della pianta, ovvero la corteccia, che viene fatta bollire a fuoco lento per circa 5 minuti e poi filtrata.

Le tisane biologiche per macerazione: si tratta principalmente di un processo che riguarda i fiori della piante, i quali vengono lasciati in acqua fredda per diverso tempo.

Online è possibile acquistarle in totale sicurezza sul sito specializzato Armonianaturopatia.it.

Quali tipi di benefici e principi attivi hanno le tisane biologiche?

Tisane disintossicanti e depurative: aiutano a liberare l’organismo dalle scorie e dalle sostante nocive apportando diversi benefici. Un esempio arriva proprio dalla silimarina, che troviamo nei semi del cardo mariano, in grado di agire contro i radicali liberi.

Tisane drenanti: aiutano a combattere il gonfiore, spesso rappresentano anche un valido sostituto dei farmici per eliminare i liquidi in eccesso. Le donne soprattutto, ne fanno uso per combattere la cellulite e la ritenzione idrica, insieme alle tisane dimagranti che aiutano a bruciare i grassi.

Tisane digestive: si prendono spesso la sera, dopo i pasti, aiutano a migliorare la digestione ed insieme alle tisane sedative, rilassanti e calmanti, aiutano anche il sonno. Le tisane lassative, aiutano a combattere i problemi legati alla digestione.

Tisane diuretiche: oltre ad aumentare la produzione di urina, ne facilitano anche l’eliminazione.

Tisane antinfiammatorie: hanno potere decongestionante per bronchi infiammati e trachea

Infine ci sono le tisane biologiche energetiche, che aiutano a combattere l’affaticamento sia fisico che mentale. Un esempio è dato dal Ginko, Ginseng, Guaranà, pappa reale, tutte sostante naturali che stimolano il sistema immunitario ridando forza e vigore a corpo e mente. migliorando la memoria e le capacità cognitive.