Vacanze nel Salento: quali sono le location più suggestive da fotografare?

Chi ha la passione per la fotografia può trovare nel Salento un territorio ideale per mettere a frutto il proprio hobby e per individuare una vasta gamma di location che meritano di essere immortalate in scatti unici. Si potrebbe iniziare, per esempio, dal faro di Santa Maria di Leuca, situato sullo stesso promontorio in cui è presente un santuario molto famoso. Per approfittare di una visuale panoramica stupenda non bisogna far altro che salire fino alla cima del promontorio per ammirare il faro, che risale agli anni ’60 del XIX secolo e che raggiunge un’altezza di 50 metri. Così, si ha l’opportunità di osservare dall’alto il centro di Leuca, in cui magari in un momento successivo ci si potrà concedere una passeggiata, così come il mare che circonda il porto. Non bisogna dimenticare che questo è il tacco d’Italia, vale a dire il punto in cui si uniscono il Mar Ionio e il Mar Adriatico, dando vita a uno spettacolo speciale e silenzioso al tempo stesso.

Il Ponte Ciolo

Un altro dei luoghi da riprendere con la fotocamera in occasione delle vacanze nel Salento è il Ponte Ciolo, in cui ci si imbatte percorrendo la litoranea adriatica. Per percorrerlo, o per osservarlo da sotto, è sufficiente recarsi a Gagliano, proprio a pochi chilometri di distanza da Santa Maria di Leuca: il ponte unisce i due lati di una gravina profonda a un’altezza di circa 30 metri, e non di rado viene scelto da qualche turista spericolato per tuffi a dir poco audaci. Quel che è certo è che il panorama che si presenta è straordinario, complici le acque blu del mare. Volendo, è possibile incamminarsi verso la spiaggia sottostante, a cui si può accedere semplicemente scendendo gli gradini di una scalinata, per entrare in contatto con un lembo di terra davvero stupefacente, e per certi versi selvaggio.

La litoranea

In generale, tutta la litoranea del Salento mette a disposizione un gran numero di punti di interesse da fotografare: si tratta della strada che unisce la maggior parte delle mete turistiche e delle spiagge del Salento, e da qui si ha l’occasione di osservare i numerosi scorci naturali e le molteplici calette che si alternano lungo il suo corso. Il mare regala delle tonalità cromatiche decisamente intense, rese ancora più eccezionali dai riflessi provocati dai raggi del sole, mentre il paesaggio è molto variegato, con lunghi tratti di sabbia fine e bianca che si susseguono tra rocce che si elevano a strapiombo sulle acque. In più, non si può fare a meno di ammirare la macchia mediterranea, con la sua vegetazione selvaggia e attraente.

Il borgo di Acaya

Infine, l’ultima location in cui vale la pena di fermarsi per realizzare delle fotografie straordinarie è il borgo di Acaya, uno dei più famosi di tutto il territorio, soprattutto per merito della sua struttura urbana. Esso rappresenta, infatti, un esempio classico di città fortificata. Situato nel territorio comunale di Vernole, in provincia di Lecce, dà l’impressione che per le sue strade il tempo si sia fermato, proiettando chi vi passeggia in un’epoca lontana. Le tante stradine che si intrecciano rivelano le origini medievali delle costruzioni, con la chiesa matrice e la torre campanaria che dominano il paesaggio: ristrutturate per volontà di Gian Giacomo Dell’Acaya, hanno subìto una inevitabile decadenza in seguito alla vendita del feudo, ma ancora oggi conservano tutta la propria imponenza.