Minions film dell’anno: sbancato il botteghino

Minions è il film dell’anno con il miglior incasso: il primato è tutto suo con quasi 20 milioni di euro e ben 3 milioni di spettatori.
Minions, spin-off della saga di Cattivissimo Me sempre ad opera della Illumination Entertainment di Chris Meledandri, e diretto da Pierre Coffin e Kyle Balda, uscito a fine agosto, è stato in grado di raccogliere altri 2.66 milioni di euro nel terzo fine settimana di programmazione, con una media per copia di 3700 euro. 

Questo significa che il totale aggiornato per il film d’animazione, che nella versione originale ha come voce il premio Oscar Sandra Bullock mentre in Italia sono Luciana Littizzetto e Fabio Fazio le voci principali, è di 19.76 milioni di euro. Minions, nonostante il 3D, ha già stabilito il record del 2015 anche per numero di spettatori ed è stato l’unico film del 2015 a superare i 3 milioni di spettatori totali. Ricordiamo che Cattivissimo Me 2 finì la sua corsa due anni fa con 15.9 milioni di euro. Questo l’esilarante trailer.

La Trama

I Minion “nati per esistere da sempre”, hanno un’unica missione, quella di servire il padrone più cattivissimo al mondo. Questi esseri particolari, si sono evoluti da organismi unicellulari e sbarcando sulla terraferma, si fanno assumere da un T-Rex, ma nel prendere una banana lo fanno accidentalmente scivolare su un masso e cadere in un vulcano. E’ a questo punto che decidono di mettersi al servizio di un uomo delle caverne, ma sostituiscono la sua clava con un acchiappamosche e il cavernicolo, senza più il suo strumento di difesa, viene sbranato da un orso delle caverne. Ci provano nuovamente in Egitto, ma schiacciano per sbaglio il faraone con una piramide, provocano l’incenerimento del Conte Dracula e successivamente Napoleone viene centrato da una cannonata.
Continuando con la trama ci rendiamo sempre più conto del perchè tanto successo. Praticamente riescono a fare tutto ciò che almeno una volta nella vita avremmo voluto fare noi… Ma dopo questo sfacelo, i Minion decidono di isolarsi e di iniziare una nuova vita nell’Artico, questa volta però da eremiti, e tutto sembra funzionare, fino a quando si rendono conto che la mancanza di un padrone da dover servire, non lascia loro alcuna ragione di vita, e per questo motivo cadono in depressione. Da qui la ricerca di un nuovo padrone…altre avventure ed altri colpi di scena in cui ritrovarsi e spesso anche riflettere, soprattutto sui ruoli, anche nella nostra realtà e quotidianità.

Curiosità

In una scena del film in cui si vedono i Minions che cercano di raggiungere Stuart, Bob e Kevin il film si diverte a citare la teoria secondo cui non l’uomo non è mai andato sulla Luna e le foto che rappresentano gli allunaggi sono falsi ripresi in studio: i Minions passano infatti attraverso il set del finto allunaggio del 21 luglio 1969 interrompendo le riprese.
Quando i Minions si trovano nelle fogne, poco prima di prendere la ghirlanda da dare a Scarlet si può vedere un cartello con su scritto God Save The Queen, titolo dell’Inno Nazionale d’Inghilterra. E non poteva forse essere diversamente? La Minions mania dal cinema si è presto diffusa anche al di fuori del grande schermo, con un’invasione di gadget, giocattoli e chi più ne ha più ne metta. Sul sito Robe da Cartoon, trovate veramente di tutto: peluche, lampade, tazze, pigiami, felpe con i mitici Bob, Stuart e Kevin.