Il poliuretano a spruzzo per le coibentazioni termiche industriali

Published by:

Tutte le aziende che desiderano limitare i costi devono prendere in considerazione l’opportunità di provvedere all’isolamento termico dei propri edifici. Uno stabilimento isolato in maniera adeguata, infatti, consente di diminuire in maniera significativa le spese energetiche, il che porta a un risparmio consistente, ancora più importante in un periodo di difficoltà economiche come quello che stiamo vivendo. Gli interventi finalizzati all’isolamento termico fanno parte del novero delle opere di riqualificazione energetica, grazie a cui è possibile aumentare il livello di efficienza energetica degli edifici.

Il poliuretano a spruzzo

Il poliuretano a spruzzo è uno dei prodotti che possono essere usati per la coibentazione termica industriale, grazie a cui è possibile evitare nei mesi invernali che il calore interno venga disperso verso l’esterno e nei mesi estivi che il calore esterno entri in casa. L’impiego del poliuretano espanso viene considerato una soluzione efficace per i numerosi vantaggi che ne scaturiscono: l’intervento è non invasivo e al tempo stesso veloce. I risultati che si possono ottenere sono davvero importanti, e i costi sono vantaggiosi soprattutto se paragonati a quelli di altri interventi finalizzati all’isolamento termico. Con il poliuretano espanso si può dire addio a fughe di calore e ponti termici, beneficiando di edifici isolati in maniera ottimale e quindi in grado di offrire nel corso di tutto l’anno temperature perfette.

Il risparmio energetico

La coibentazione termica fa sì che la temperatura interna in ogni stagione dell’anno resti costante. Ciò è vantaggioso perché permette di limitare in maniera consistente il ricorso al riscaldamento in inverno e all’impianto dell’aria condizionata in estate.

Le proposte di Poliurea Italia

Per questo tipo di intervento si può fare affidamento sull’esperienza e sulla professionalità di Poliurea Italia, una realtà che nel nostro Paese è leader nel settore della poliurea e dei suoi utilizzi. L’isolamento termico è solo una delle numerose lavorazioni che vengono garantite dallo staff di questa azienda, che propone alla clientela oltre 20 anni di esperienza in ambito edilizio, con una specializzazione mirata all’impiego di questa tecnologia innovativa destinata proprio all’isolamento termico, non solo degli stabili industriali ma di qualunque altro edificio. I tecnici di Poliurea Italia possono essere coinvolti per impermeabilizzare edifici industriali e civili, sia in caso di nuove costruzioni sia in caso di interventi di ristrutturazione.

Come funziona l’isolamento con la poliurea

Quelli che possono essere progettati e realizzati con la poliurea sono interventi non invasivi. Poliurea Italia produce la sostanza usando macchinari propri e poi la applica in loco con la metodologia a spruzzo. È sufficiente aspettare pochi secondi affinché il prodotto si asciughi, dopodiché le superfici possono essere usate di nuovo. In caso di ristrutturazione, non c’è bisogno di eliminare alcun elemento: è sufficiente mettere la poliurea sopra la pavimentazione vecchia per poter beneficiare di una copertura ottimale. I tempi di posa sono veloci e viene assicurata una notevole resistenza meccanica e chimica. In più, i prodotti a base di poliuretano resistono agli attacchi biologici e contrastano la comparsa di funghi e muffe.

Impastatrice per pizzeria: ecco come trovare quella giusta

Published by:

Per realizzare la base di una pizza, non c’è dispositivo più efficace di un’impastatrice. Tuttavia trovare il prodotto giusto non è mai semplice, a maggior ragione nel caso in cui si abbia ancora poca esperienza in questo ambito. Una pizza di qualità ha bisogno di un impasto ad alta idratazione, ed è per questo che c’è bisogno di uno strumento tecnologico all’avanguardia. Ma come si fa a scegliere la soluzione ideale? Occorre sapere, prima di tutto, che sul mercato si possono trovare tre diversi tipi di impastatrici: quelle a forcella, quelle a braccia tuffanti e quelle a spirale.

Le impastatrici a spirale

Le impastatrici a spirale sono quelle che si lasciano preferire, sia dal punto di vista della velocità che sul piano della versatilità. Uno degli aspetti più importanti da valutare è quello relativo alla doppia velocità. Le impastatrici possono avere una velocità sola, due velocità o un variatore di velocità. La prima opzione è da escludere, mentre conviene affidarsi alla seconda o alla terza, proprio per scegliere la velocità migliore a seconda dei casi. Tuttavia è opportuno prestare attenzione alla velocità di rotazione utensile, che corrisponde alla velocità con la quale l’impastatrice gira in seconda velocità. Tale parametro è fondamentale soprattutto se si punta a un impasto particolarmente idratato: quindi ci vuole uno strumento che non scenda sotto i 190 rpm.

Non solo la velocità

È chiaro che per una impastatrice a spirale da banco la velocità non è la sola caratteristica importante, e sarebbe opportuno considerare anche altri fattori: per esempio il dimensionamento del piantone e della vasca, ma anche la geometria della spirale e il modo in cui l’impastatrice lavora. D’altro canto, si tratta di aspetti di cui è difficile rendersi conto a prima vista. Quel che è certo è che il piantone rettangolare è molto meglio di quello cilindrico. La forma della vasca, invece, dovrebbe essere lievemente conica, così che anche quantità di impasto piccole possano essere impastate in modo efficace.

Gli accessori

Tra gli optional a cui si può ricorrere per rendere il lavoro più semplice c’è la testa sollevabile, utile soprattutto nel caso in cui l’impastatrice abbia dimensioni abbastanza ridotte: con questa funzione, infatti, l’impasto può essere estratto più facilmente, mentre il dispositivo può essere pulito con la massima semplicità. Utile anche il timer, un vero alleato per una lavorazione dell’impasto ottimizzata.

Le impastatrici Tauro

Fra i modelli più affidabili sul mercato ci sono senza dubbio le impastatrici Tauro, che vanno bene sia per la pizzeria che per gli impasti da pane non troppo consistenti. Il rapporto fra il diametro della spirale e la vasca contribuisce a garantire risultati di impasto ottimali, ma lo stesso vale anche per il numero dei giri della spirale e per la sua forma. L’acciaio inox è il materiale scelto per tutti i componenti destinati a entrare a diretto contatto con l’impasto. Le cinghie sono inestensibili e non hanno bisogno di alcuna manutenzione, mentre i comandi e il pannello sono dotati di guarnizioni a tenuta stagna.

Dove comprare una impastatrice per la pizza

Se si è alla ricerca di una impastatrice per la pizza di alta qualità, Sigma è il nome da tenere a mente: un fornitore di macchinari professionali resistenti e dalle performance eccellenti, con soluzioni all’avanguardia che sono il risultato di una prolungata ricerca nel settore. Per la produzione degli impasti, infatti, c’è bisogno delle tecnologie migliori: quelle che vengono proposte da Sigma, che si dimostra sempre rapida nel soddisfare le esigenze di assistenza e di consegna dei clienti di ogni regione d’Italia.

Differenza tra una piscina normale e una fuori terra

Published by:

Una piscina fuori terra presenta delle differenze piuttosto significative rispetto a una – per così dire – normale, soprattutto dal punto di vista strutturale. Le piscine normali sono quelle interrate, mentre nel caso di una piscina fuori terra l’installazione avviene sul suolo. Le piscine interrate, a ben vedere, possono essere di due tipi: oltre alle piscine interrate propriamente dette ci sono anche quelle semi-interrate. Come si può facilmente intuire, una piscina semi-interrata è interrata solo in maniera parziale: vuol dire che la sua profondità interna è maggiore della sua altezza, ma comunque la struttura fuoriesce rispetto al suolo.

Come si realizza una piscina interrata

Per ottenere una piscina interrata è necessario eseguire dei lavori di edilizia, con riferimento in particolare agli scavi. Servono diversi interventi edili per ottenere un lavoro completo, ed è questa la ragione per la quale in genere le spese da affrontare per una piscina interrata sono più alte rispetto a quelle richieste per una piscina fuori terra, ovviamente a parità di caratteristiche e di dimensioni. Quella delle piscine interrate è una struttura permanente: nel caso in cui si abbia intenzione di rimuovere la piscina, occorre effettuare dei lavori edili molto consistenti.

Che cosa serve per realizzare una piscina interrata

Come si è visto, costruire una piscina interrata vuol dire realizzare un’opera edile vera e propria. Di conseguenza, se si intende procedere occorre inoltrare una specifica richiesta di autorizzazione: a questo scopo ci si deve rivolgere all’ufficio urbanistico del Comune in cui si risiede. La disciplina normativa in merito non è uniforme a livello nazionale, e ci possono essere differenze da un paese all’altro. In ogni caso quasi sempre si ha a che fare con procedure alquanto agevoli da seguire, e non ci sono mai problemi nell’ottenere il permesso, a meno che non si registrino dei problemi tali da mettere a repentaglio la sicurezza del progetto o la sua fattibilità.

Quale iter seguire

Quando si desidera costruire su un terreno di proprietà una piscina, occorre rivolgersi all’ufficio competente per presentare un progetto ad hoc, che deve essere firmato da un tecnico. Ovviamente gli uffici possono rifiutare la concessione del permesso, ma in tale circostanza hanno l’obbligo di giustificare il diniego. Ciò è vero tanto per le piscine interrate quanto per le piscine semi-interrate. Per le piscine fuori terra, invece, il discorso è differente.

Le piscine fuori terra di Omphalos

Omphalos è la ditta specializzata su cui si può fare affidamento se si è interessati all’acquisto di piscine fuori terra. Stiamo parlando di una realtà che vanta una grande esperienza non solo nel settore delle piscine, ma anche in quelli degli attrezzi per l’home fitness, delle pavimentazioni, delle vasche idromassaggio, dei mobili da giardino, dell’illuminazione outdoor, dei vasi, degli ombrelloni e dei barbecue. Il suo catalogo, insomma, propone soluzioni per tutte le esigenze, destinate sia a locali pubblici che ad abitazioni private.

Le caratteristiche di una piscina fuori terra

Le piscine fuori terra si vanno diffondendo sempre di più, anche perché per usufruirne non ci si deve impegnare nella realizzazione di interventi edili troppo complessi. Da un lato, quindi, non ci sono permessi da richiedere; dall’altro lato, invece, le spese da affrontare sono inferiori. Inoltre le piscine fuori terra non si presentano come strutture fisse, e questo significa che si possono smontare in maniera molto agevole tutte le volte che se ne ha la necessità. Così, per esempio, se si desidera trasportare la piscina altrove lo si può fare senza troppi inconvenienti. Non occorrono, infatti, permessi comunali di alcun genere.

Acquisto e vendita diamanti al dettaglio

Published by:

Ad oggi le pratiche di acquisto e di vendita di diamanti sono molto diffuse, si tratta infatti in entrambi i casi di un valido investimento. Per questo motivo, è fondamentale comprendere come svolgere la pratica in modo ottimale e completamente sicuro. 

Uno dei consigli più importanti è sicuramente quello di affidarsi a una compagnia o società attendibile, in questo modo la vendita e l’acquisto potranno avvenire in modo sicuro, senza rischi di truffe o errori. 

A determinare l’efficienza e la funzionalità di una specifica società, sono sicuramente i professionisti che vi lavorano. Questi devono infatti necessariamente disporre di specifiche competenze nel settore.  

Le pratiche di quotazione e di valutazione, non sono semplici, per cui è fondamentale possedere particolari skills. 

Prima di scegliere una società, è bene quindi valutare i gemmologi che vi lavorano, per assicurare a voi stessi un servizio funzionale e completamente attendibile. 

Che cos’è un diamante?

Come riconoscere un diamante,  il diamante viene identificato come un cristallo trasparente, in ambito chimico si tratta di un minerale, la cui composizione dipende dal carbonio. 

Si tratta di una gemma molto apprezzata e ricercata, in quanto è alla base della realizzazione di numerosi gioielli, e oltretutto si tratta di uno dei cristalli esteticamente più quotati. 

Questo minerale ha la capacità di rifrangere la luce, mediante molteplici bagliori e riflessi, per questo motivo, infatti, si tratta di un cristallo molto apprezzato.  

Banco Diamanti, acquista e vendita di diamanti al dettaglio 

La società di Banco Diamanti è molto attendibile e professionale, si occupa delle pratiche di acquisto e di vendita di diamanti da molti anni. 

La compagnia offre un team di professionisti, altamente specializzati nelle pratiche di quotazione e di valutazione di diamanti, orologi, gioielli e pietre preziose. 

Si tratta di una società di fama internazionale che vanta contatti con moltissimi clienti ogni giorno. Questo aiuta a comprendere l’elevato livello di preparazione e di professionalità del team. 

Il nucleo di Banco Diamanti, è infatti definito dalla squadra di esperti gemmologi che ogni giorno lavorano a contatto con le pietre preziose relativamente alle richieste dei clienti. 

Le figure proposte sono altamente specializzate in ogni pratica svolta, ognuno degli esperti, infatti, presenta le competenze adatte al settore in questione, che permettono di svolgere un lavoro funzionale ed estremamente valido. 

Uno dei principali vantaggi della società, è che i gemmologi offrono una vera e propria assistenza ai clienti, sia in relazione all’acquisto e alla vendita di diamanti, sia fornendo loro le informazioni necessarie per prendere decisioni valide. 

Oltretutto i gemmologi saranno in grado di proporvi anche le offerte più vantaggiose, in quanto Banco Diamanti si occupa attivamente anche della vendita e dell’acquisto di diamanti usati. 

Per vendere o acquistare un diamante usato ( contattate sempre dei professionisti, per ricevere la migliore quotazione del mercato secondo il listino Rapaport. 

Perché la quotazione e la valutazione dei diamanti sono alla base del servizio offerto da Banco Diamanti? 

La quotazione e la valutazione dei diamanti sono pratiche alla base del servizio offerto da Banco Diamanti. Prima di acquistare o vendere un simile cristallo, infatti, è essenziale individuarne il valore effettivo. 

Alla base della classificazione delle molteplici tipologie di diamanti c’è sicuramente la regola delle 4C: clarity, cut, color e carat. 

Si tratta di una formula impiegata dai gemmologi per comprendere al meglio il valore della pietra preziosa considerata. 

Naturalmente non si tratta di un’equazione universale, ma il risultato è estremamente attendibile, per cui si tratta del metodo impiegato da Banco Diamanti. 

Clarity 

La purezza è una delle principali caratteristiche che vanno considerate in un diamante, e in particolare è fondamentale verificare che questa pietra preziosa non presenti delle irregolarità, note anche come inclusioni. 

Le inclusioni non sono altro che infiltrazioni di particolari sostanze all’interno del diamante, per cui quest’ultimo perde di valore.

 I parametri delle inclusioni interne ad un diamante, sono definite da una scala di classificazione. 

Color

 Altrettanto importante è il colore, in quanto il diamante può essere di diversi colori, e in particolare si aggira tra un bianco eccellente e un bianco sfumato. 

Un diamante di colore bianco eccellente sarà valutato in modo migliore rispetto a quello di colore bianco sfumato. 

Carat

 I carati definiscono un importante caratteristica dei diamanti, equivalgono alla misura della pietra. 

Più le dimensioni saranno maggiori e più aumenterà la valutazione del diamante. 

Cut 

Il cut è una caratteristica fondamentale dei diamanti e individua il taglio della pietra. 

Questa proprietà viene stabilita in modo funzionale definendo tre parametri principali quali: simmetria, levigatura e proporzioni.

 Da questa proprietà del diamante dipendono alcune delle sue caratteristiche più importanti come: brillantezza, lucentezza e luminosità.

 Un taglio valido ed effettuato correttamente, infatti, permette alla luce di riflettere su tutte le facce del diamante. In questo modo, la quotazione della pietra sarà sicuramente più elevata. 

Acquistare mobili su Internet: le proposte di Milani Home

Published by:

Comprare arredi e mobili online non è più un evento così raro come poteva essere fino a pochi anni fa: oggi è una consuetudine per molte persone, che hanno ormai capito i vantaggi e compreso la comodità che viene garantita da una soluzione di questo tipo. Milani Home, per esempio, è uno degli e-commerce a cui si può fare riferimento a questo scopo: una realtà specializzata nella vendita di arredamento su Internet, grazie a un ricco catalogo che comprende complementi di arredo e numerose soluzioni per la casa in linea con i trend più attuali. Del suo assortimento fanno parte prodotti Made in Italy o in arrivo dall’estero, ma in tutti i casi contraddistinti da un tocco artigianale unico ed esclusivo.

Perché scegliere Milani Home

Sono tante le caratteristiche che rendono Milani Home il miglior negozio di mobili online presente sul web: la vastità del magazzino, in primo luogo, ma anche gli alti livelli di efficienza che caratterizzano il suo servizio di logistica. Vale la pena di citare, inoltre, la qualità del servizio di customer care, che è sempre a disposizione per tutti i clienti. Il team specializzato di questo e-commerce seleziona con la massima attenzione ogni prodotto; così, chi fa acquisti con Milani Home può essere certo di beneficiare della massima qualità e, al tempo stesso, del prezzo più conveniente possibile.

I consigli per trovare i mobili giusti

Nel momento in cui ci si accinge a scegliere e a comprare dei mobili online, un aspetto che non può mai essere sottovalutato è quello relativo agli spazi, che devono essere calcolati con molta cura: in altre parole, è fondamentale prestare attenzione alle misure da prendere. Questo è uno dei segreti per ritrovarsi ad avere a che fare con soluzioni di arredo davvero in linea con le proprie esigenze e i propri gusti. L’e-commerce di Milani Home è una garanzia anche da questo punto di vista, dal momento che viene aggiornato in maniera frequente e si caratterizza per la presenza di parecchie novità coerenti con le mode più recenti.

Che cosa si può comprare sul sito di Milani Home

La convenienza dei prezzi è senza dubbio la ragione principale che può spingere ad affidarsi a Milani Home per lo shopping, ma ci sono molti altri motivi che vale la pena di prendere in considerazione: d’altro canto il suo catalogo è così variegato che è facile trovare tutto ciò di cui si può aver bisogno non solo per arredare la casa, ma anche per andare in campeggio o per trascorrere semplicemente una giornata in spiaggia.

Il servizio di customer care

Quando si fa shopping online, si ha sempre il dubbio di comprare un prodotto che poi non va bene o la paura che qualcosa vada storto con la consegna: per questo motivo è auspicabile poter contare su un servizio di customer care di eccellenza, pronto a fornire tutta l’assistenza e tutto il supporto di cui si potrebbe aver bisogno in caso di necessità. L’ideale è, per i clienti, avere la possibilità di interagire con gli addetti non solo via mail o al telefono, ma anche tramite chat.

Milani Home: una garanzia di sicurezza

Tutte queste funzionalità vengono messe a disposizione da Milani Home, il cui sito per altro comprende anche un blog che si rivela una preziosa fonte di informazioni e di consigli per chiunque si stia accingendo a comprare un mobile, un elemento di arredo o qualunque altro tipo di prodotto. Dagli arredi per il giardino ai divani, dai tavoli alle poltrone, dalle sedie pieghevoli agli accessori per la spiaggia, il catalogo di Milani Home offre il meglio per l’arredamento e non solo regalando anche spunti e ispirazione a chi è ancora indeciso su cosa comprare.

Le caratteristiche dei canali microforati in tessuto

Published by:

La microforatura del tessuto è uno degli ambiti di riferimento per le lavorazioni di Prihoda, marchio originario della Repubblica Ceca che si rivolge al mercato del nostro Paese attraverso il sito web Canalitessuto.it. Gli esperti tecnici di questa azienda sono sempre impegnati nella ricerca di soluzioni innovative, ed è per questo che in molti campi Prihoda risulta il primo brand al mondo.

La scelta dei canali microforati in tessuto

Quando ci si approccia alla scelta dei canali microforati in tessuto, uno degli aspetti più importanti a cui si deve prestare attenzione è rappresentato dalla selezione del tipo di tessuto più appropriato a seconda delle necessità che ci si propone di assecondare. Ma che cosa sono questi canali? Essi si caratterizzano per la presenza di forature di dimensioni minime, che sono poi quelle che rendono possibile la distribuzione dell’aria. Non c’è un numero preciso di combinazioni possibili, dal momento che esse variano in base alle differenti opportunità di portata, sia dal punto di vista della dislocazione dei fori, sia per quel che riguarda le loro dimensioni. Nella maggior parte dei casi, comunque, la microforatura viene studiata e realizzata per la bassa induzione.

I tessuti utilizzati per i canali

Per la realizzazione dei canali in tessuto, una distinzione utile è quella fra i tessuti permeabili e i tessuti non permeabili. Rientrano nella prima categoria i tessuti di tipo PLS, PMI o PMS; della seconda, invece, fanno parte i tessuti NMR, NLS, NMI o NMS. In linea di massima, i tessuti permeabili vengono privilegiati unicamente nel caso in cui ci sia bisogno di scongiurare la formazione della condensa, un fenomeno che si può verificare sulla superficie del diffusore. Per quanto concerne i tessuti impermeabili, invece, vi si ricorre quando si ha a che fare con temperature inferiori al punto di condensa, e in questo caso funzionano come delle canalizzazioni in acciaio. Una terza soluzione può essere individuata nei tessuti light, identificati dalle sigle NLS e PLS, il cui pregio più significativo è rappresentato dal costo contenuto. Un’altra loro caratteristica importante riguarda il peso ridotto, per effetto del quale al tatto producono una sensazione molto piacevole.

I tessuti recycled

Ma il panorama dei materiali che possono essere utilizzati per i canali microforati in tessuto è molto più ampio e variegato di quel che si possa immaginare. Una menzione è doverosa, per esempio, anche per i tessuti recycled, vale a dire riciclati. Ideali per tutti coloro che badano agli aspetti ecologici, si basano su fibre che provengono da bottiglie di plastica riciclate. Non è superfluo mettere in evidenza che materiali di questo tipo contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale dei processi di produzione. Tredici bottiglie di plastica sono utilizzate per ciascun metro quadrato di tessuto, e questo vuol dire che quelle bottiglie non sono più rifiuti da smaltire ma materiali da sfruttare per la produzione.

La climatizzazione con i canali microforati

Il rapporto qualità prezzo che contraddistingue i canali microforati per climatizzazione è molto vantaggioso, ed è questo uno dei motivi per i quali il loro utilizzo è consigliato per una vasta gamma di applicazioni. Questi canali sono resistenti e durano per molto tempo soprattutto in virtù della qualità dei materiali di composizione. Con il trascorrere degli anni continuano a garantire una funzionalità ottimale, perfino dopo essere stati sottoposti a parecchi lavaggi. Questi prodotti sono il risultato di un lungo e approfondito percorso di ricerca e sviluppo, che per altro viene aggiornato in maniera costante. Nessun dettaglio tecnico viene lasciato al caso, e tutti i collaudi vengono eseguiti in una sala prove apposita grazie a cui è possibile verificare il livello di efficacia dei canali microforati.

Tante soluzioni fra cui scegliere

Come si sarà capito, è davvero ricco l’assortimento di opzioni tra cui scegliere quando si parla di canali microforati in tessuto. Una delle alternative da valutare, per esempio, è quella tra la microforatura direzionata e la microforatura uniforme. In tutti i casi, grazie al ricorso agli antideflettori si può essere certi di scongiurare il fenomeno della deflessione dai tessuti dei flussi di aria: un risultato che può essere raggiunto grazie a fori di dimensioni più ampie rispetto a quelle dello spessore dei materiali. La grammatura del tessuto che viene adoperato per i canali microforati per climatizzazione va da un minimo di 200 grammi a un massimo di 220. Anche se il peso può apparire leggero, in realtà viene garantita una notevole robustezza, indispensabile per soddisfare ogni genere di necessità.

Le caratteristiche e i vantaggi della rilegatura a spirale

Published by:

La rilegatura di un documento è una necessità diffusa, come testimonia il gran numero di copisterie e tipografie online presenti sul mercato. Tutte le volte che si ha la necessità di dare a dei fogli una forma logica e organizzata, oltre che duratura, si parla di rilegatura: una soluzione ottima contro il disordine. Grazie alla rilegatura, infatti, i documenti non possono essere smarriti ma rimangono sempre ben organizzati. Una delle tecniche di rilegatura più apprezzate è quella a spirale, che ha il duplice pregio di essere rapida e pratica.

La spirale metallica e quella di plastica

In molti casi i lavori di rilegatura si rendono necessari in circostanze in cui si ha a che fare con un carico di lavoro molto elevato, e così ci si ritrova ad aver bisogno dei documenti rilegati nel giro di poco tempo. Ecco, quindi, che la rilegatura a spirale assicura risultati ottimi anche perché è veloce, fermo restando che la quantità di tempo necessaria per portare a termine l’operazione varia a seconda del numero di fogli che devono essere rilegati. In genere, comunque, il lavoro può essere eseguito in una giornata, se non addirittura in meno tempo. D’altro canto si tratta solo di tenere insieme i fogli servendosi di una spirale wire-o, in metallo, o di una spirale in plastica.

La scelta della spirale

Il tipografo non fa altro che eseguire dei fori in corrispondenza della linea verticale del margine, e a quel punto può applicare la spirale, in metallo o in plastica. Il servizio in questione costa davvero poco, e quindi è decisamente conveniente dal punto di vista economico. Esistono, comunque, diverse varianti in funzione delle caratteristiche che si rendono necessarie secondo le differenti rilegature a spirale. Ipotizzando, per esempio, di dover realizzare una rilegatura rapida, quella plastificata garantisce il risultato desiderato: richiede poco tempo e soprattutto ha un costo ridotto. In genere, questo tipo di rilegatura è consigliata per documenti e fogli che devono essere solo tenuti in ordine, destinati a essere conservati per ragioni personali.

Quando è meglio puntare sulla spirale in metallo

La scelta della spirale in metallo, invece, si lascia preferire per documenti ufficiali o comunque pensati per essere fruiti da molte persone: si pensi, per esempio, a un catalogo di nuovi prodotti in procinto di essere lanciati sul mercato, a un calendario aziendale o a un opuscolo. Ecco, in tutti questi casi il ricorso a una rilegatura metallica è consigliato per diversi motivi: prima di tutto per un fatto di estetica e di stile, ma anche per una questione di funzionalità. La spirale in metallo, infatti, si dimostra più robusta rispetto a quella in plastica, e di conseguenza resiste con più facilità e a lungo nel tempo. In sostanza, la rilegatura a spirale metallica è migliore se devono essere stampati dei materiali che riguardano una comunicazione ufficiale o aziendale.

Perché la spirale deve essere resistente

Nel realizzare una rilegatura a spirale, uno dei fattori più importanti è senza dubbio la solidità della spirale stessa: non ci si può permettere che si rovini nel giro di breve tempo o che si usuri in fretta. Chi mai vorrebbe ritrovarsi con un catalogo o con un calendario i cui fogli escono dalla spirale? Non solo si rimarrebbe delusi, ma soprattutto si avrebbe una cattiva impressione dell’azienda o della realtà commerciale da cui il catalogo o il calendario provengono. La funzione comunicativa è sempre importante, ed è per questo motivo che c’è bisogno di una spirale in metallo resistente: un discorso che vale per tutti i materiali informativi destinati a essere distribuiti, che si tratti di un calendario, di una raccolta di foto, di un listino, di un catalogo, di un opuscolo, e così via.

Le rilegature di Melastampi

Melastampi è una realtà italiana specializzata nel settore della stampa digitale e in quello della stampa offset. Si occupa, quindi, anche di rilegatura a spirale: è lo stampatore online a cui si può fare riferimento quando si ha bisogno di cataloghi, calendari o altri prodotti editoriali da stampare e rilegare. Professionalità ed esperienza sono i punti di forza di questa azienda, che ha sede ad Arona ed è presente anche su Facebook e Youtube.

Traslocare a Milano: qualche consiglio da tenere a mente

Published by:

Potrà sembrare superfluo sottolinearlo, ma ogni trasloco comporta dei costi più o meno elevati. Per non farsi trovare impreparati rispetto alle spese che si dovranno affrontare, è bene essere consapevoli da subito delle tariffe previste: per questo abbiamo voluto chiedere il parere degli esperti di Cavanna, ditta per traslochi abitazioni a milano e provincia.

I costi sono sempre alti?

No, se si sa come fare per risparmiare, e cioè scegliere il preventivo giusto. Che si tratti di trasferirsi all’interno della città o di andare via da Milano per raggiungere un’altra destinazione, è importante sapere che l’aiuto fornito da una ditta specializzata non è un di più, ma una necessità da cui non si può prescindere. In molti casi si opta per il fai da te solo per l’intento di risparmiare, ma si tratta di una scelta che si traduce in realtà in un notevole dispendio di risorse, di energie e di tempo: al punto che viene da domandarsi se ne valga davvero la pena. Per di più, chi non è un addetto ai lavori non può essere pienamente consapevole delle varie dinamiche che sono correlate a un trasloco, e così è molto alto il rischio di compiere degli sbagli che poi si finisce per pagare: non solo in senso metaforico, ma anche dal punto di vista economico.

Qual è il vostro suggerimento, allora?

Come detto, affidarsi a un’impresa di traslochi. Tuttavia siamo ben consapevoli del fatto che non sempre è facile scegliere una società. Eppure si tratta di una decisione importante e delicata, visto che quegli addetti saranno chiamati a maneggiare oggetti spesso fragili e a volte preziosi, a livello economico o anche solo sentimentale. Una prima cernita può essere effettuata eliminando coloro che non eseguono un sopralluogo prima di inviare un preventivo. Ogni trasloco è unico e diverso dagli altri, con delle dinamiche ben precise che variano a seconda del mobilio che deve essere spostato, della quantità di oggetti con cui si ha a che fare e del numero di persone che sono coinvolte.

Come fare per trovare una soluzione in linea con le proprie esigenze?

Secondo noi il primo passo da compiere consiste nel richiedere più preventivi ad aziende diverse, in modo da mettere a confronto le varie proposte e capire qual è quella di cui vale la pena di fidarsi. Non è detto che la ditta che propone il prezzo più basso sia sempre quella da preferire, poiché tutto dipende dal tipo e dalla qualità dei servizi che vengono offerti. Insomma, di certo non è una mossa intelligente quella di consultare una sola azienda e fermarsi subito, magari perché si pensa che la sua offerta sia vantaggiosa. Lo sarà di sicuro, ma perché non investire qualche altro minuto per provare a scoprire se ci sono soluzioni ancora migliori?

D’altra parte a Milano le ditte di traslochi non mancano di certo.

Ecco, appunto: in una città così grande non ci si può certo lamentare della scarsità di alternative a disposizione, ed è facile trovare una ditta professionale e attendibile. Come abbiamo accennato, però, a fare la differenza non è unicamente il prezzo finale, ma un insieme che deve tenere conto della professionalità e della rapidità, oltre che degli strumenti che vengono utilizzati. Se una ditta non effettua un sopralluogo iniziale, per esempio, va già scartata o comunque messa in secondo piano rispetto a quelle che prima di redigere un preventivo effettuano un controllo meticoloso e una ispezione precisa. Il confronto è finalizzato al risparmio, e soprattutto a una scelta da effettuare con la massima consapevolezza e in maniera informata.

Cavanna Traslochi

Cavanna è la ditta di traslochi di riferimento sia a Milano che nell’hinterland: un marchio conosciuto e consolidato, in grado di assecondare le richieste della clientela in modo perfetto prestando attenzione ad aspetti fondamentali come la trasformazione digitale e l’innovazione. Il cliente viene posto sempre al centro, e ciò si può ravvisare anche nei valori di autonomia e sostenibilità che caratterizzano l’azienda. L’attenzione alle persone è dimostrata, invece, dalla capacità di fornire soluzioni su misura. Con una esperienza di decenni alle spalle, Cavanna è una sicurezza per tutti coloro che stanno per cambiare casa o spostare la propria sede di lavoro.

Qual è il caffè più buono per macchine Dolce Gusto?

Published by:

5 capsule compatibili Dolce Gusto assolutamente da provare.

Quando si tratta di caffè, qui in Italia è un po’ come parlare di religione, poiché i “fedeli dell’espresso” sono davvero tanti.

C’è a chi piace ristretto, liscio e caldo e chi lo preferisce con un goccio di sambuca o un cappello di crema di latte morbida, ma a prescindere dai gusti il caffè fa decisamente parte della tradizione e delle consuetudini del Bel Paese.

Sono ormai tantissimi gli amanti della bevanda che possiedono una macchinetta per espresso anche a casa, forse ancor più dopo il lockdown 2020, ognuna con il proprio sistema di erogazione.

Tra i tanti prodotti disponibili al giorno d’oggi, molti scelgono le capsule compatibili Dolce Gusto, utilizzabili sugli erogatori per gusci tipo Nescafé.

Ma quali sono le miscele più rinomate per queste macchinette?

Eccone 5 da non farsi sfuggire!

1) Miscela Blu – Caffè Borbone

Uno dei caffè in capsula più amati dagli italiani è il cosiddetto Borbone Blu, disponibile in confezioni da 15 gusci cadauna. Si tratta di un mix di varietà di chicchi diverse, con un 70% di Robusta e un 30% di Arabica.

La Robusta è un tipo di caffè dal gusto molto intenso – come suggerisce il nome stesso – che conferisce corpo e cremosità alla miscela. Dall’altra parte, l’Arabica, particolarmente apprezzata per la complessità del bouquet aromatico e la dolcezza/acidità che infonde nell’espresso erogato.

La Miscela Blu di Caffè Borbone prende il meglio da entrambe le parti, offrendo al consumatore un espresso dal carattere vigoroso ed un aroma intenso, accompagnati da una viscosità vellutata e note di caramello e biscotto. La sua crema è abbondante e lo strascico aromatico di media lunghezza, con un riverbero dolce molto piacevole.

Un caffè rotondo ed equilibrato che va incontro ai gusti un po’ di tutti.

2) Arabica di San Marco – Caffè Tre Venezie

Per tutti gli amanti del caffè dolce, l’Arabica di San Marco rappresenta certamente un’opzione molto appetibile. Si tratta di una miscela realizzata al 100% con chicchi di qualità Arabica provenienti dalle migliori piantagioni di caffè del mondo.

I sentori principali di questo prodotto realizzato da Caffè tre Venezie sono di cioccolato fondente finissimo, fiori di arancio e scorza di mandarino, con una punta di prugna a pasta gialla per i palati più percettivi.

L’espresso erogato risulta aromatico e sinuoso, con un profumo esplosivo ed una densità media. La crema è fine e con media persistenza, con un color beige e sfumature più chiare.

Dolce, astringente e profumata, perfetta per chi ricerca un caffè dalla massima aromaticità ed un corpo snello.

3) Miscela Rossa – Caffè Borbone

Un’altra capsula molto amata per l’espresso domestico è la Miscela Rossa Borbone, una selezione di Robusta studiata ad hoc per suonare la sveglia al mattino.

Si tratta di un prodotto dal gusto deciso e forte, con un alto potere energizzante dato dalla quantità di caffeina presente nella miscela.

L’aroma è ricco e spregiudicato, con toni di tabacco, nocciole e fave di cacao, racchiusi in un espresso denso e dalla grande cremosità. Il gusto è carico e la persistenza in bocca molto lunga.

Un vero toccasana per la colazione e le pause di metà mattina, nonché per il caffè del dopo pasto.

4) Crema Soave – Caffè Tre Venezie

Se quello che si desidera è un espresso dalla massima cremosità, allora le capsule Crema Soave Tre Venezie sono ciò che fa per voi.

Si tratta di un mix Arabica e Robusta che regala al caffè una sontuosa schiuma color nocciola densa e persistente, di quelle da leccarsi (letteralmente) i baffi!

Gli aromi che spiccano maggiormente sono di cioccolato fondente e cereali maltati, con un tocco di mandorle e pane tostato. La densità è ottima e la persistenza dopo il sorso abbondante.

Una vera leccornia per chi ricerca una certa “golosità” nel proprio caffè.

5) Caffè d’Orzo – Coribe

Una sfiziosissima alternativa al classico espresso – particolarmente indicata per chi è sensibile alla caffeina – è il Caffè d’Orzo Coribe, bevanda calda appagante come il caffè tradizionale ma senza i suoi “effetti squillanti”.

I chicchi di orzo torrefatti regalano un gusto del tutto simile all’espresso e il loro aroma ricorda tantissimo quello delle birre Stout e Porter, non foss’altro che si tratta di prodotti realizzati con la medesima materia prima.

Le note di testa di questo squisito caffè sono – chiaramente – di cereale tostato, biscotti cotti al forno e noci, con uno strascico lungo, dolciastro e piacevole. La crema è abbondante e bruna, con un’ottima persistenza e grana fine.

Il suo consumo è adatto anche ai bambini e alle donne in gravidanza, dato che non contiene caffeina, per cui risulta essere un alimento sano e sicuro per tutti.

Qual è il più buono di tutti?

Come potete immaginare, risulta impossibile sentenziare su quale possa essere l’espresso più buono, dato che ciò dipende sostanzialmente dai gusti di ciascun bevitore.

Di certo, si tratta in tutti e 5 i casi di miscele pregiate realizzate con materie prima di altissima qualità, perciò non vi resta che scegliere quelle che potrebbero andare maggiormente incontro ai vostri gusti e dare voi stessi il verdetto finale.

Ad ogni modo, cascherete in piedi, perché parliamo di vere eccellenze italiane che valgon la pena di essere assaggiate.

Coibentazioni termiche: affidati a Isolpoint

Published by:

Isolpoint è l’azienda leader nel settore delle coibentazioni termiche civili ed industriali in grado di fornire prodotti isolanti e posa in opera per la soluzione di isolamento termoacustico nell’edilizia e nell’industria. Costituita a Cartura (PD) nel 1998, è una realtà solida, affidabile, costituita da professionisti esperti con competenze consolidate ed opera su tutto il territorio nazionale ed estero. L’azienda è specializzata nel taglio e nella trasformazione di lamierino in alluminio, acciaio inox e rame e dispone di macchine a controllo numerico per produrre preformati metallici opportunamente forati, calandrati e bordati, ideali per il rivestimento di tubazioni su impianti di riscaldamento-condizionamento ed apparecchiature in genere. Inoltre vengono realizzate opere provvisionali ed eseguiti lavori di carpenteria metallica di vario genere.

Isolpoint opera in molteplici settori: petrolchimico e petrolifero, ospedaliero, chimico e siderurgico, civile, stazioni di pompaggio ed impianti di smistamento rifiuti. I servizi includono consulenza, progettazione, installazione, montaggio, smontaggio, manutenzione e riparazione. Inoltre presso la sede si trova l’ampio magazzino e un’officina a supporto dei cantieri. Grazie all’esperienza nel settore e alla capacità maturata nel tempo, viene posta la massima attenzione nella scelta e nella posa in opera dei materiali grazie a personale altamente qualificato in grado di affiancare i clienti nelle scelte migliori.

L’azienda Isolpoint vanta varie certificazioni e persegue costantemente la propria politica con un sistema per la Qualità, l’Ambiente e la Sicurezza conforme alle norme UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 14001:2015 e UNI ISO 45001:2018. Inoltre la Certificazione CQOP SOA permette di eseguire lavori pubblici nel settore fornitura ed installazione di isolamento termico ed acustico. L’Azienda ha personale formato ed addestrato in grado di effettuare lavori in ambienti sospetti di inquinamento in base al d.p.r. n. 177/2011. Altro vanto dell’azienda è la politica aziendale, focalizzata sul cliente e sulle parti interessate.

ISOLPOINT SRL si impegna a comprendere le necessità dei clienti e delle altre parti interessate e pianifica le proprie attività per soddisfarle appieno. Allo stesso modo opera nel rispetto delle richieste e dei requisiti quali mercato di riferimento, Paese in cui opera, adempiendo alle leggi e regolamenti.

ISOLPOINT SRL identifica le diverse attività dell’organizzazione come processi da pianificare, controllare e migliorare costantemente e attiva al meglio le risorse per la loro realizzazione, inoltre, assumendosi la responsabilità dell’efficacia del proprio SGI, rende disponibili tutte le risorse necessarie e assicurandosi che gli obiettivi pianificati siano compatibili con il contesto e gli indirizzi strategici dell’organizzazione. L’organizzazione comunica l’importanza del SGI e coinvolge attivamente tutte le parti interessate, coordinandole e sostenendole.

L’azienda opera anche nel pieno rispetto dell’ambiente, attraverso la prevenzione dell’inquinamento, favorendo l’uso di risorse sostenibili per lo svolgimento della sua attività e minimizzando il danno che l’ambiente naturale potrebbe subire a causa delle sue attività e prodotti. Nello svolgere la propria attività, l’organizzazione ha considerato ed analizzato tutti i fattori, biotici ed abiotici, dell’ecosistema nel quale è inserita, impegnandosi anche a garantire condizioni di lavoro sicure e salubri, in modo da evitare l’incorrere di lesioni e malattie correlate al lavoro. Sempre attenta al miglioramento, Isolpoint ha scelto lo strumento dall’Organizzazione per perseguire costantemente la propria Politica basata sul Sistema.